Fibre alimentari

Cosa sono

Molto spesso si sente parlare delle fibre alimentari. Sono soprattutto gli specialisti che consigliano di seguire una dieta ricca di fibre, ma cosa sono le fibre e perché sono così importanti per il benessere del nostro organismo? Non è semplice rispondere a questa domanda in quanto dare una definizione chiara e definitiva di fibre alimentari non è così scontato. I primi studi e con essi, le prime definizioni di questi composti derivano dagli anni 70 quando si sono susseguite diverse teorie. Oggi giorno possiamo definire le fibre alimentari come la parte non degradabile di alimenti vegetali che il nostro organismo non riesce a assorbire. In poche parole , è possibile sintetizzare dicendo che le fibre vegetali sono dei carboidrati che resistono all’azione degli enzimi intestinali e che non incidono dal punto di vista calorico. Questo tipo di fibre si presentano sotto diverse forma ma compongono solamente gli alimenti vegetali. Alcuni esempi di fibre vegetali sono, ad esempio, la lignina, la pectina, la cellulosa e così via. Una dieta con un apporto importante, ma sempre nei limiti del fabbisogno quotidiano, di fibre alimentari è necessaria per la loro azione benefica sull’organismo. Le loro funzioni positive sono molteplici e importanti e dipendono dal gruppo a cui fanno parte. Le fibre alimentari, infatti, possono essere classificate secondo criteri ben precisi come il loro rapporto con l’acqua.

Equilibra - 13 Erbe con Fibra, 100 Compresse

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,95€


Fibre solubili

Le fibre alimentari possono essere classificate in due gruppi fondamentali. Ciò è testimonianza del fatto che questi polisaccaridi non sono tutti uguali, ma presentano strutture e funzioni differenti. Secondo questa classificazione esistono due gruppi di fibre alimentari, quelle solubili e quelle non solubili. On il termine (non) solubile, si indica la capacità di una specifica fibra di reagire a contratto con un liquido o meno. Le fibre solubili sono delle sostanze idrofili, ovvero, sono capaci di legare molecole di acqua. Esse producono un gel a contatto con l’acqua che le permette di aderire alle pareti dell’intestino. Alcuni tipi di fibre solubili sono, ad esempio, la pectina, le gomme, i galattomannani e le mucillagini e si trova in alimenti come legumi, cereali, quali fiocchi d’avena, crusca e orzo, frutta come albicocca, mele, ma anche ortaggi come patate e riso. Le funzioni di queste fibre sono molto interessanti. Esse, infatti, producono un senso di sazietà dovuto al rallentamento del processo di svuotamento gastrico. Inoltre rallentano anche il transito nell’intestino, e riducono il livello di colesterolo oltre che eliminare gli acidi biliari. Queste proteine sono l’ideale per chi segue un regime alimentare dimagrante e non a caso le diete, realizzate da dietisti, nutrizionisti e dietologi sono ricchi di frutta, verdura e cereali proprio per la capacità di queste fibre di intervenire nel processo di riduzione del peso corporeo. Alcuni studi hanno dimostrato che le fibre solubili hanno un ruolo importante nella prevenzione dei tumori intestinali.


  • Crusca Gli integratori alimentari sono importanti per garantire il giusto equilibrio nutrizionale nella persona. La crusca rientra in questa categoria, fornendo, in modo particolare, un notevole apporto di f...
  • Il nostro organismo è un sistema complesso che necessita di una serie di sostanze necessarie al buon funzionamento di ogni meccanismo del nostro corpo. Tutte le sostanze utili vengono assunte, normalm...
  • Il nostro corpo è un insieme di sostanze e piccole particelle che svolgono delle funzioni fondamentali per il corretto funzionamento di ogni organo e apparato che o costituisce. Gli amminoacidi sono d...
  • Il segreto di una vita sana e di una salute di ferro è, senza dubbio, una buona alimentazione e un’attenzione particolare all’attività fisica. Sono due regole estremamente semplici eppure così diffici...

Bucce di Psillio, Psyllium Fibra è Un Potente Integratore di Fibre Che Promuove la Regolarità e La Salute Cardiaca e Gastrointestinale, Supportando La Perdita di Peso, Fabbricato UK, 500mg 120 Capsule

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,89€


Fibre insolubili

Le fibre insolubili sono sostanze come la cellulosa, la lignina, le emicellulose ed altre fibre a struttura complessa. La loro maggiore proprietà è quella di riuscire a trattenere nella propria struttura una quantità d’acqua molto elevata e di essere il prodotto della fermentazione della flora del colon. Fibre del genere sono presenti in cibi quali cereali come orzo, crusca, frutta secca, verdure, fagioli, piselli, melanzane, carote e piselli. Le funzioni di queste fibre sono quelle di accelerare il transito intestinale, regolarizzare le funzioni dell’intestino e aiutare chi soffre di stitichezza cronica, diverticolosi e diarrea.


Fibre alimentari: Fabbisogno

Come detto precedentemente, il consumo di fibre è fondamentale per il benessere dell’organismo e per questo molte persone provvedono a riorganizzare la propria dieta stando attenti a introdurre abbastanza alimenti tali da introdurre nell’organismo buone quantità di fibre solubili e insolubili. È importante però stare attenti al fabbisogno quotidiano di individui di diverse età e fasi. Come per tutte le altre sostanze, infatti, eccedere nella loro assunzione non è una cosa saggia, in quanto il proprio organismo può subire in maniera negativa il sovraddosaggio di determinate sostanze e reagire negativamente. Così è necessario informarsi o farsi consigliare dal proprio medico quante fibre è bene assumere ogni giorno. Ogni giorno è consigliabile consumare circa 1 g di fibre ogni 100 calorie assunte. Assumere quantità maggiori di fibre rispetto a quelle appena riportate può provocare dei problemi al’organismo. Ad esempio, si è dimostrato che un eccesso di fibre vegetali provoca un cattivo assorbimento di calcio, ferro e magnesio e predispone l’organismo all’aumento de peso corporeo. Nel caso in cui con la sola alimentazione non si riesce a raggiungere il fabbisogno quotidiano di fibre si può ricorrere all’aiuto di supporti esterni come degli integratori di fibre in pillole, capsule, polvere o fiale. Tempi e modalità di assunzione sono riportati sul foglietto illustrativo o indicati dal proprio medico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO