Diete

Nella sezione dedicata alle diete ci occuperemo di tanti temi interessanti, spaziando dalla dieta vegetariana alla dieta dukan, dalla dieta tisanoreica alla dieta detox e altri temi ancora. La dieta vegetariana è una dieta che esclude completamente le proteine e nei casi più assoluti anche i derivati delle proteine come le uova e si basa principalmente sul consumo di vegetali, pasta e frutta. Se si è deciso di passare a una dieta vegetariana il consiglio è di farlo gradualmente e in questo alcuni cibi possono facilitare il passaggio. Ad esempio, alcuni cibi ricavati dalla soia, dalle proteine del grano, imitando le proteine della carne e dei latticini, facilitano il passaggio a tale tipo di dieta. Coloro che non mangiano i latticini possono fare consumo di latte di soia, di formaggio di soia o yogurt di soia e possono così variare la propria dieta. Il tofu può venire usato, ... continua

Articoli su : Diete


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Dieta a zona

      Dieta a zona La dieta a zona è efficace per la perdita di peso e adatta a molti soggetti, ma non a tutti: ecco in che casi intraprenderla e quando evitarla
    • Dieta dukan

      Dieta Dukan La dieta Dukan è stata messa a punto dal nutrizionista Pierre Dukan e in pochissimo tempo ha fatto i
    • Dieta mediterranea

      Dieta mediterranea Scopri tutto sulla dieta mediterranea per il mantenimento della salute e sulle sue caratteristiche tradizionali.
    • Dieta metabolica

      Dieta metabolica Scopri i benefici della dieta metabolica e le possibili cointroindicazioni.
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , dopo essere stato amalgamato ed insaporito, come ripieno per lasagne, pasta al forno o crostini. Se si vogliono poi eliminare anche le uova è possibile includere nelle ricette alcuni alimenti che possono sostituirle, come una salsa di mele o di banane, latte di soia, yogurt. Tra i vari tipi di diete c’è anche quella dukan, nome poco noto ma chi si accinge a fare una dieta è probabile che ne abbia sentito parlare. Questa dieta inizia con una fase d’attacco che dura dai 3 ai 5 giorni e può essere più duratura anche fino a 10 giorni per chi vuole perdere molto peso. Si propone di introdurre buone abitudini alimentari. I primi giorni sono sempre i più difficili da superare perché la persona ha le sue radicate abitudini che sono difficili da cambiare. Nella fase d’attacco gli alimenti ammessi sono carne, pesce, uova e per colazione caffè o thè con uno yogurt magro e un cucchiaino di crusca d’avena o 200 gr. di formaggio magro. La seconda fase è detta fase di crocera che porta direttamente al giusto peso. Durante questa fase, la dieta prevede l'alternanza di giornate di Pure Proteine alimentari e giornate di Proteine accompagnate dalle 28 Verdure raccomandate. La terza fase è chiamata di consolidamento da 10 giorni per chilo perso che segna un primo ritorno verso un'alimentazione equilibrata. Una libertà controllata il cui obiettivo è far consolidare questo peso recentemente conquistato e ancora vulnerabile. Questa fase vede il ritorno progressivo di alimenti di piacere con i due pasti di gala. Altra dieta che spiegheremo è quella detox, una dieta di breve durata che in genere non supera i 7 giorni e si propone come obiettivo quello di eliminare le tossine dal corpo. L’eliminazione delle tossine è un processo naturale del corpo, un lavoro che viene principalmente svolto dal fegato che, in grado di riconoscere tra milioni di sostanze chimiche quelle che sono potenzialmente pericolose, ne favorisce la neutralizzazione o l’eliminazione. Altro obiettivo della dieta detox è quello di aumentare i livelli di energia, eliminare mal di testa, i gonfiori, garantire un migliore funzionamento della digestione, migliorare la concentrazione, l’umore, evitare allergie, recuperare la naturale abilità a combattere raffreddori e influenze e prevenire l’invecchiamento e le malattie croniche. Questi vantaggi si accompagnano ad una perdita di peso dai 2 ai 4 kg a settimana. Questa dieta si basa sul consumo controllato di frutta e verdura.Altra dieta di cui parleremo più approfonditamente è quella dissociata, che si basa sulla non associazione di alimenti che richiedono processi digestivi diversi e a causa dei quali avviene un rallentamento della digestione che compromette l'assorbimento dei nutrienti.

      Questa dieta esclude il consumo contemporaneamente nello stesso pasto di carboidrati e proteine. Le verdure crude non dovrebbero essere assunte a cena, perché necessitano di molto tempo per essere digerite. Potrebbero causare disturbi di latulenza. Questa dieta si basa sull’assunzione distinta di tre categorie di cibi: carboidrati (pane, patate, riso, etc.) proteine (carne, pesce, uova, formaggi e così via) e cibi neutri (verdure, oli e spezie). Il criterio da seguire è quello di non associare mai, in uno stesso pasto, un alimento appartenente alla categoria dei carboidrati con uno appartenente alla categoria delle proteine. Mentre i cibi neutri possono essere associati agli altri due tipi di categorie di alimenti.Ci occuperemo inoltre della dieta del minestrone ideale per chi deve perdere in poco tempo dai 7 agli 8 chili. E’ una dieta di grande successo perché è veloce e facile da seguire e grazie al programma di mantenimento consente di mantenere i risultati ottenuti. Il peso si perde attraverso una limitazione qualitativa degli alimenti e una riduzione e in alcuni giorni l’eliminazione di grassi e carboidrati, che in tal modo l’organismo è costretto ad attingere dai grassi di deposito.

      Nei primi giorni della dieta si consumano esclusivamente frutta e verdura per depurare l’organismo ed eliminare le tossine; ciò può comportare diuresi abbondante, mal di testa, dolori alla schiena e frequenti evacuazioni. Ma questo non deve allarmare perché poi l’organismo si stabilizza.

      La dieta deve essere seguita per almeno 7 giorni affinché dia dei risultati. Questa dieta si basa sull’assunzione di minestrone a pranzo e a cena per alcuni giorni anche con l’aggiunta di patate bollite o sostituito con del pesce bollito o della carne. Vedremo poi nello specifico quali sono le verdure consigliate per preparare un minestrone ideale per la dieta relativa.

      Qui abbiamo voluto fornire solo alcuni spunti di quella che sarà una sezione ricca di argomenti utili e interessanti tutti dedicati alle diete.



      sitemap %>