Astenia

Sintomi dell'astenia

L'astenia è un disturbo non sempre facile da riconoscere, che però può fortemente limitare la qualità della vita e la capacità di svolgere le normali azioni quotidiane da parte di chi ne è colpito. L'astenia si manifesta come un generale senso di stanchezza, sproporzionato rispetto all'effettivo ritmo di vita e che non trova sollievo con il semplice riposo.

Con l'esercizio fisico ed attività impegnativa, l'astenia si aggrava e rende pressoché impossibile affrontare la vita in modo sereno. L'astenia può accompagnarsi a un generale senso di dolore muscolare, osseo o articolare e alla sensazione di essere privi di forze. L'astenia è sempre conseguenza di qualche altra patologia o disturbo a livello fisico o psichico: individuare la causa è l'unico modo per poter agire in vista della risoluzione del problema. Spesso la diagnosi viene ricevuta dopo molto tempo dalla comparsa del disturbo, perché si è portato a sottovalutare il problema, attribuendo i sintomi ad un periodo particolarmente stressante o faticoso. Se essi non accennano a diminuire, però, e si protraggono a lungo, la presenza di un disturbo specifico inizia a essere chiara e a spingere i pazienti a fare ulteriori indagini in merito.

Astenia

Astenia (Cleave Martinez Remix)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,29€


Cause dell'astenia

AsteniaL'astenia è da considerarsi un sintomo della presenza di qualche altra patologia in corso: essa non compare mai da sola, ma come diretta conseguenza di qualche altro problema da analizzare e indagare. Solo intervenendo sulla causa scatenante si potrà sconfiggere l'astenia, nonostante qualche rimedio naturale possa comunque aiutare a ridurre i sintomi.

Le cause possono essere davvero varie, dall'assunzione di alcuni farmaci fino a sindromi di malassorbimento e intolleranze non ancora diagnosticate. Tra le possibili cause all'origine dell'astenia è possibile individuare anche l'anemia, la colite, le malattie cardiovascolari, l'ipotiroidismo e il diabete mellito. Tra le malattie meno frequenti, ma comunque possibile causa di astenia, vanno ricordate inoltre l'epatite virale e la distrofia muscolare.

In altri casi, l'astenia può essere sintomo di un disturbo psicologico: ad esempio, si lega all'insorgenza della depressione, insieme ad apatia e scarsa vitalità generale. In ogni caso, l'astenia non deve mai essere sottovalutata, perché si tratta di una spia che indica che qualcosa non va nell'organismo e che occorre intervenire. Anche lo stile di vita può avere influenza: ritmi molto sbilanciati e irregolari di sonno e di veglia, alimentazione scorretta e una vita molto stressante possono portare alla comparsa dell'astenia.

  • Un compito non da poco, ben difficile da raggiungere soprattutto se l’intenzione ultima è quella del raggiungimento di tutti e tre i punti prima citati in una sola volta. Più facile è se si scende a c...
  • La forfora è un problema che colpisce molte persone e che interessa in maniera indifferenziata sia uomini che donne. Scientificamente, la forfora è nota con il nome di Pityriasis Capitis e non è altro...
  • L’aloe vera è anche detta “pianta miracolosa” per le sue straordinarie proprietà terapeutiche. Essa è sempre stata utilizzata in diversi ambiti con eccellenti risultati. È una pianta estremamente poli...
  • cause debolezza Debolezza, mancanza di forze, spossatezza, stanchezza e cosi via, sono tutti termini che vengono utilizzati per indicare quello stato fisico che ci fa mancare la voglia, e le forze fisiche, per qualsi...

Astenia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,01€
(Risparmi 0,99€)


Rimedi naturali per l'astenia

Dal momento che le cause dell'astenia possono essere molto diverse, prima di ricorrere a rimedi naturali o farmacologici è comunque importante stabilirne la causa. In generale, ecco alcune prescrizioni naturali che possono favorire la lotta a questo disturbo, da mettere in atto rigorosamente previo consulto del proprio medico.

Tra i rimedi fitoterapici dalla funzione adattogena, ovvero in grado di stimolare la resistenza alla fatica e di migliorare le funzioni metaboliche, i riemedi più diffusi e noti sono il guaranà, la rhodiola e il gingseng, che possono essere consumati sotto varie forme. E' possibile ricorrere, inoltre, ad alcuni funghi medicinali come Reishi e Crdyceps, in grado di agire positivamente sulla qualità del sonno e sul tono dell'umore, favorendo la percezione di un senso di benessere generale. Anche gli olii essenziali possono essere utilizzati come validi energizzanti, ad esempio l'olio essenziale di limone, che rivitalizza la psiche e, con essa, anche il corpo. Se vi sono motivi si pensare che la causa abbia origine da una protratta condizione di stress e ansia, risulteranno efficaci i rimedi omeopatici a base di brionia e di arsenico album, indicati proprio per contrastare gli stati di affaticamento fisico e mentale.


Astenia: Stile di vita

Spesso, l'insorgenza dell'astenia è fortemente legata alla conduzione di uno stile di vita inadatto per il nostro organismo. Intervenire su di esso è quindi molto importante: i segnali lanciati dal corpo non devono essere ignorati e, quando necessario, non si può fare altro che assecondarlo.

Gli aspetti della vita quotidiana che maggiormente incidono sull'astenia sono l'alimentazione, la qualità del sonno e lo stress. Per quanto riguarda l'alimentazione, è importante mangiare in modo sano ed equilibrato, accertandosi che non vi siano carenze: livelli troppo bassi di ferro, di vitamine come la B12 o di proteine possono essere la causa dell'insorgenza del disturbo.

Allo stesso modo, è necessario fare in modo di avere orari il più possibile regolari per il sonno e rispondenti alle esigenze del ciclo circadiano, per un riposo che sia davvero di qualità. Stress e ansie devono essere limitate il più possibile, anche attraverso meditazione o esercizi di respirazione mirati. Se si svolge un lavoro molto sedentario, può aiutare fare qualche passeggiata durante la settimana, per riattivare il metabolismo e alleggerire la mente. In ogni caso, ogni intervento deve essere messo in atto con la consapevolezza che occorrerà intervenire anche sulla causa primaria per risolvere il problema in modo definitivo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO