Aloe vera

Origine e storia

L’aloe vera è anche detta “pianta miracolosa” per le sue straordinarie proprietà terapeutiche. Essa è sempre stata utilizzata in diversi ambiti con eccellenti risultati. È una pianta estremamente polivalente e se ne possono fare diversi utilizzi. Il nome scientifico dell’aloe vera è Aloe barbadensis Miller e appartiene alla famiglia delle Aloeacee. Questa pianta è attualmente presente in molte zone, soprattutto in quelle caratterizzate da un clima particolarmente caldo e secco, ma originariamente essa era una specie vegetale tipica dell’oriente tanto che gli antichi popoli che abitavano quella parte del mondo già ne descrivevano i miracolosi effetti benefici. Le prime testimonianze dell’utilizzo di queste piante possono essere rintracciate negli scritti su papiro degli antichi egizi. Addirittura si raccontava che le bellissime regine quali Nefertiti e Cleopatra utilizzavano quotidianamente il gel estratto dalla pianta di aloe per massaggiare il loro volto e renderlo più fresco e luminoso. Anche nella Bibbia vi sono passaggi in cui se ne descrivono gli effetti curativi. La leggenda vuole che Alessandro Magno abbia conquistato l’isola di Socotra perché il quelle terre crescevano grandi quantità di piante d’aloe con cui si curavano le feriti dei soldati. Insomma si potrebbe andare avanti ancora per molto nel descrivere le antiche origini di questa pianta e le sue già riconosciute proprietà.

Zuccari Aloe Vera2 Succo Puro di Aloe, Doppia Concentrazione ad Azione Depurativa - 1000 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,98€
(Risparmi 12,97€)


Caratteristiche

L‘aloe vera è una pianta perenne, dalle foglie carnose e spinose che può arrivare ad un’altezza di circa un metro. Nello specifico, le foglie di questa pianta grassa possono essere lunghe all’incirca 50 – 60 cm, presentano un apice a punta e sono estremamente carnose in modo da poter contenere al proprio interno una gran quantità di parenchimi acquiferi. Il contorno della foglia è protetto da delle spine più o meno lunghe. Al centro delle foglie della pianta si eleva un’infiorescenza dai forti colori che vanno dalle sfumature del giallo a quelle del rosso. Una stessa pianta di aloe vera presenta sia i fiori maschili che quelli femminili, ma essa è auto sterile, ciò significa che impollinazione deve essere incrociata, ovvero deve avvenire tra fiori di diverse piante. I frutti sono caratterizzate dalla presenza di involucri protettivi.


  • Il proprio corpo ha bisogno di specifiche cure. È importante salvaguardare lo stato estetico e la salute di se stessi utilizzando dei prodotti appropriati e sani. Tutti i prodotti che si utilizzano pe...
  • scottature Basta una piccola distrazione per procurarsi una scottatura dolorosa e che rischia di lasciare segni indelebili sulla propria pelle, magari in punti bene in vista: le azioni compiute nei primi attimi ...
  • Torcicollo Il torcicollo è una infiammazione dei muscoli del collo che può provocare molto dolore e ridurre la capacità di movimento, andando ad influire sulla qualità della via e sullo svolgimento delle normali...
  • Verruche Le verruche sono un problema cutaneo fastidioso con il quale, prima o poi, la maggioranza delle persone si ritrova ad avere a che fare. Le verruche sono delle protuberanze dal contorno circolare o ova...

Equilibra - Aloe Vera Extra 99,55%, 1000 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,3€
(Risparmi 2,7€)


Coltivazione

La pianta di aloe vera, oggigiorno, è abbastanza diffusa in tutti i territori caratterizzati da un clima abbastanza caldo. Tra i paesi che affacciano sul Mediterraneo, le zone più coltivate a aloe sono sicuramente le coste della Spagna, ma anche dell’Italia Meridionale e Gracia. Questi luoghi, infatti, presentano i requisiti climatici e territoriali ideali per la crescita di queste importantissime specie vegetali. Nel resto del mondo, è possibile trovare coltivazioni abbastanza vaste di aloe in Africa, America centrale e del Sud, Australia e Giappone. La pianta di aloe vera può essere coltivata in maniera abbastanza semplice scegliendo in particolare due modalità: quella dell’impianto del seme e quella dell’impianto della talea. Se si sceglie la prima ipotesi, ovvero, quella del seme, il periodo ideale per la coltivazione è il mese di Marzo. Gli elementi indispensabili per questa operazione è la presenza di terreno ideale per piante grasse ed una temperatura che si aggira intorno ai 20 gradi centigradi. Se si preferisce, invece, impiantare una talea l’operazione da fare è altrettanto semplice. Durante il periodo estivo bisogna tagliare i germogli laterali della pianta. Tali germogli dovranno essere fatti asciugare al buio per qualche giorno dopo di che si devono invasare o piantare in composti fatti a posta per le talee. L’aloe può essere coltivata in grandi quantità o semplicemente per uso personale in casa propria. Il procedimento di coltivazione può essere eseguito semplicemente utilizzando un vaso, ciò vuol dire che non si ha bisogno di grandi spazi all’aperto per far sì che essa possa crescere e prolificare, ma semplicemente il tutto può avvenire anche fuori un semplice balcone o terrazzo.


Aloe vera: Uso

Ognuno di noi in casa dovrebbe avere una pianta di aloe vera in quanto i poteri curativi di questa pianta sono ormai accertati in diversi ambiti. È possibile produrre direttamente in casa propria il famoso gel di aloe oppure, si può semplicemente acquistarlo presso erboristerie, supermercati e farmacie. Questa pianta è estremamente interessante in quanto è una miniera di sostanze benefiche per la propria pelle e il proprio organismo. L’aloe contiene zuccheri complessi come l’acemannano, sali minerali, vitamine, aminoacidi, enzimi, acidi organici, fosfolipidi e tante altre sostanze estremamente efficaci per il benessere del proprio corpo. Tutte queste sostanze contribuiscono a rendere l’aloe vera un pianta miracolosa ed davvero molto indicata nel trattamento di alcuni disturbi della pelle come rossori, pruriti, punture e dell’organismo in generale. Ogni parte della pianta ha delle particolari proprietà: il gel presente all’interno delle foglie, ad esempio, esercita un’azione anti infiammatoria, l’involucro verde ha un’azione lassativa e digestiva e tante altre che saranno meglio descritte nell’apposita sezione di questa rubrica.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO