The

Storia del consumo di the

Il the è una bevanda diffusa in tutto il mondo e consumata sin dalle popolazioni più antiche. Ad oggi, spesso l'assunzione di questa bevanda viene assimilata alla tradizione inglese, anche se la sua diffusione in terra britannica è relativamente recente: soltanto negli ultimi secoli il the ha raggiunto e conquistato l'Europa, dopo una più antica diffusione nel Sud del mondo e in Oriente. Difficile stabilire, se mai è possibile, dove la preparazione del the sia nata per prima: diversi luoghi molto lontani tra loro conservano millenarie tradizioni che si legano alla modalità di preparazione e di consumo di questa bevanda ad oggi di uso comune e diffusa in tutte le case. La sua preparazione ha inizio con la raccolta delle parti aeree della pianta, più precisamente le foglie, che vengono fatte essiccare e in seguito sminuzzate per la preparazione della bevanda attraverso infuso oppure decotto. Le foglie passano attraverso diverse fasi di lavorazione prima di essere confezionate e destinate al commercio. Il the si consuma caldo, vicino o lontano dai pasti a seconda della tradizione. Il the può essere aromatizzato con altre erbe e prodotti della natura, mentre la tradizione britannica ne prevede la correzione con un goccio di latte. Attualmente, il the destinato al consumo mondiale viene coltivato in alcune aree ristrette del mondo: prevalentemente in India, Cina, Giappone, Bangladesh, Sri Lanka e Kenya.
The

Ahmad Tea Twelves Teas (Pack of 1, Total 60 Enveloped Tea Bags) [Grocery]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,84€


Tipi di the

The La grande varietà di the presenti sul mercato non si differenzia soltanto per la lavorazione e l'aromatizzazione tramite l'aggiunta di parti essiccate di altre piante o fiori: anche le diverse varietà di pianta di the possono comportare diversi sapori e colori della bevanda, ma anche differenti proprietà che hanno effetto sull'organismo. La classificazione utilizzata in Italia si basa sui diversi colori delle foglie e, in parte, sul processo di lavorazione. Quello considerato il più pregiato è il the bianco, il cui periodo di raccolta si limita a poche settimane l'anno. Il suo sapore è molto delicato, così come avviene per il the giallo, altra varietà poco diffusa. Più celebre e diffuso è il the verde, dal sapore più intenso ed erbaceo. E' noto per avere molte proprietà benefiche. Tra questo tipo di the e il the nero, che sono i due più tradizionali e diffusi, si passa attraverso il the oolong, dal caratteristico sapore di frutta del sottobosco e legno. Il the nero ha un gusto forte e corposo, spesso aromatico. A queste tipologie si aggiunge il the puerh, detto anche the rosso per via della colorazione che caratterizza l'infuso, dal sapore ricco di terra. A questi si aggiunge anche il the deteinato, sottoposto a particolare lavorazione per eliminare la teina contenuta nella bevanda pur mantenendone il più possibile inalterato il sapore.

  • Colon irritabile La sindrome del colon irritabile è un disturbo di natura cronica che colpisce il tratto del colon, causando sintomi tali da poter interferire con il normale svolgimento delle attività quotidiane e con...
  • broncopolmonite La broncopolmonite è un'infezione di bronchi e polmoni che avviene solitamente a causa di batteri e virus come lo streptococco: la diagnosi è importante per poter curare il disturbo in modo efficace s...
  • Rimedi cellulite La cellulite è un disturbo che colpisce moltissime persone, in particolare donne, con diversa intensità e gravità. Oltre ad essere un inestetismo che può provocare disagio nel mostrare gambe, pancia o...
  • Ansia Uno sporadico stato ansioso, legato ad un periodo di particolare stress, difficoltà o paura viene sperimentato da chiunque nel corso della vita. Tuttavia, quando gli episodi di ansia diventano prolung...

Confezione regalo con tees in tutto il mondo, 6 X 6 sacchetto, Bio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Proprietà del the

Nonostante le singole particolarità, si possono identificare delle proprietà benefiche comuni che caratterizzano il the: la principale è la sua proprietà antiossidante, che aiuta a combattere i radicali liberi. Il the aiuta anche a combattere l'obesità, grazie all'assenza di calorie e grassi. Vanta proprietà dissetanti che lo rendono uno strumento importante in caso di necessità di reintegrazione di liquidi ed è in grado di contrastare l'insorgere di disturbi cardiovascolari di varia natura. Al the verde, in particolare, vengono attribuite particolare proprietà depurative per l'organismo e la possibilità di combattere contro le cellule cancerogene, favorendo la prevenzione. L'abitudine prolungata negli anni di assumere the regolarmente può aiutare a prevenire l'osteoporosi, nonché a combattere la formazione della cellulite e l'insorgere di problemi legati alla ritenzione idrica. Il the aiuta a combattere il colesterolo e a prevenire disturbi di tipo ipertensivo. A seconda della tipologia, questa sostanza può avere un effetto più o meno eccitante, mentre il the verde, in particolare, è considerato depurativo per l'organismo.


The: Assunzione e controindicazioni

Bere the può essere un'abitudine quotidiana, spesso considerata alternativa al caffè in quanto entrambe bevande dal potere eccitante. Proprio questa caratteristica, tuttavia, rende il the non adatto a tutti: si sconsiglia il consumo di tale bevanda, in particolare nelle ore serali, alle persone che tendono a soffrire di insonnia e difficoltà nell'addormentamento. In tal caso si può ricorrere all'assunzione di the deteinato, privato cioè della teina, sostanza che conferisce al the un effetto simile al caffè. Il the può risultare irritante, inoltre, per lo stomaco e l'intestino, pertanto potrebbe essere necessario evitare o limitarne l'assunzione per evitare effetti infiammatori. Nonostante il the sia una sostanza senza effetti indesiderati per coloro che sono affetti da celiachia, occorre prestare attenzione ai prodotti in bustina, dal momento che possono contenere aromi e amido, non idoneo all'assunzione. Il the va assunto con moderazione anche da coloro che sono soggetti a carenze di ferro, in quanto, soprattutto se assunto vicino ai pasti, il the può limitarne l'assorbimento.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO