Tunnel carpale

Sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è un disturbo che interessa gli arti superiori e si manifesta attraverso una sensazione di formicolio e intorpidimento delle mani e delle dita, accompagnata da un dolore acuto che interessa il polso e tutto l'avambraccio. Il dolore e la sensazione di formicolio sono generati dalla compressione del nervo mediano all'altezza del polso e il disturbo può rivelarsi invalidante: la sindrome del tunnel carpale genera dolori tali da rendere difficile l'utilizzo dell'arto o degli arti colpiti, rendendo arduo anche compiere delle semplici operazioni come sollevare oggetti oppure lavorare al computer. Il dolore legato alla sindrome del tunnel carpale è facilmente riconoscibile rispetto ad un semplice crampo o a disturbi di natura transitoria, legati ad un periodo di particolare stress dell'arto o a piccoli traumi, per via della durata continuativa del dolore, causato dalla compressione del nervo all'interno del tunnel carpale, nel quale il nervo si trova avvolto da tendini. Le cause della compressione possono essere molto diverse e richiedere una terapia differenziata, con conseguenti possibilità di cronicità del disturbo o di regressione: individuare la causa scatenante è fondamentale per intraprendere la corretta terapia.
Sindrome del tunnel carpale

Steccobenda tutore polso avanzata - Fascia polso nera Actesso (Media, Destra) per sollievo immediato dal dolore associato alla sindrome del tunnel carpale, indolenzimento del polso, slogature, RSI e artrite - Approvata per uso medico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


Cause

Sindrome del tunnel carpale Nonostante l'importanza di identificare la causa scatenante dei dolori che sono spia della sindrome del tunnel carpale, non sempre la diagnosi è semplice ed univoca. Talvolta le cause possono essere più d'una, provocando una situazione sulla quale può essere necessario intervenire con una terapia differenziata per arginare tutti i problemi presenti. Uno dei fattori di rischio è la predisposizione genetica, determinata dalla struttura stessa del tunnel carpale: se il tunnel è particolarmente stretto, sarà più probabile lo sviluppo della sindrome del tunnel carpale in caso di infiammazione e rigonfiamento dei tendini, che andranno a comprimere il nervo provocando dolore. Altri fattori scatenanti del disturbo possono legarsi allo stile di vita: lavori che implicano l'esposizione dei polsi a frequenti e durature vibrazioni, stress lavorativo, ma anche ritenzione idrica (soprattutto nel periodo della gravidanza), ipotiroidismo, artrite reumatoide, problemi meccanici che interessano il polso. In alcuni casi, intervenire sul fattore scatenante potrà risolvere il problema, mente in altri casi si rende necessario l'intervento chirurgico per correggere il problema.

  • Un compito non da poco, ben difficile da raggiungere soprattutto se l’intenzione ultima è quella del raggiungimento di tutti e tre i punti prima citati in una sola volta. Più facile è se si scende a c...
  • La forfora è un problema che colpisce molte persone e che interessa in maniera indifferenziata sia uomini che donne. Scientificamente, la forfora è nota con il nome di Pityriasis Capitis e non è altro...
  • L’aloe vera è anche detta “pianta miracolosa” per le sue straordinarie proprietà terapeutiche. Essa è sempre stata utilizzata in diversi ambiti con eccellenti risultati. È una pianta estremamente poli...
  • cause debolezza Debolezza, mancanza di forze, spossatezza, stanchezza e cosi via, sono tutti termini che vengono utilizzati per indicare quello stato fisico che ci fa mancare la voglia, e le forze fisiche, per qualsi...

AOLIKES Tutore Supporto Fascia Polso Mano per Tunnel Carpale Tendinite Artrite Slogature Strain RSI Destra

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 11,13€)


Rimedi naturali

Dal momento che le cause scatenanti della sindrome del tunnel carpale possono essere molto diverse tra loro, si rende necessaria una corretta diagnosi prima di poter mettere in atto una terapia che risulti efficace e che risolva non solo i sintomi dolorosi, ma anche le cause scatenanti, per un rimedio di lunga durata. Al percorso di diagnosi e di terapia è possibile, a seconda dei casi, abbinare il ricorso ad alcuni rimedi naturali che non interferiscano con eventuali farmaci assunti e che possano comportare del sollievo ed effettivi benefici. Dal punto di vista dei rimedi naturali, le modalità di intervento più diffuse sono quelle che interessano la terapia del dolore e la riduzione dell'eventuale infiammazione presente. In caso di infiammazione si può arricchire la dieta con degli antinfiammatori naturali, come l'aglio, la cipolla, la curcuma, il ginko e lo zenzero. L'assunzione di tali alimenti può aiutare ad attenuare il dolore e il senso di gonfiore, se la sindrome del tunnel carpale si lega prevalentemente ad uno stato infiammatorio. Per le donne in gravidanza sarà importante aumentare le dosi d'acqua assunta quotidianamente, dal momento che, durante la gravidanza, è possibile che la causa sia la ritenzione idrica. In questi casi potrà rivelarsi utile anche assumere delle tisane che contrastino la ritenzione e favoriscano la diuresi. Al di là dell'assunzione di antidolorifici ed antinfiammatori naturali gli interventi, anche di tipo naturale, dovranno comunque venire concordati con il proprio medico sulla base della sintomatologia e della diagnosi, per poter agire sull'effettiva causa della sindrome.


Tunnel carpale: Prevenzione e buone abitudini

Per le persone predisposte allo sviluppo della sindrome del tunnel carpale è importante poter avere a disposizione dei metodi preventivi: tenere sotto controllo i fattori scatenanti, se esterni al problema, come nel caso dell'ipotiroidismo o dell'artrite, è un primo passo per evitare l'aggravarsi del disturbo, mentre nel caso di problemi legati a sforzi e posture scorrette occorre intervenire sulle abitudini quotidiane, con esercizi di ginnastica correttiva e mantenimento del polso il più possibile nella posizione corretta. Per fare questo ci si può aiutare steccando il polso durante le ore di lavoro, mentre per favorire la mobilità si potranno indossare dei guanti che lascino liberi nei movimenti ma che mantengano la parte del corpo alla giusta temperatura. Quando possibile, i momenti di sforzo dovrebbero essere alternati a piccoli esercizi di stretching e di rilassamento per i polsi, limitando in questo modo lo stress al quale vengono sottoposti: queste operazioni dovrebbero aiutare ad attenuare il problema o ad evitare che si presenti in forma acuta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO