Ascesso

Cause dell'ascesso dentale

Gli ascessi sono infiammazioni, spesso dolorose e purulente, che si formano nelle gengive a seguito di infezioni batteriche e di carie dentali. L'ascesso si presenta come un rigonfiamento che può estendersi fino a coinvolgere un'ampia porzione del tessuto molle della bocca, a seconda dello stadio di sviluppo e della gravità. L'intervento del medico è fondamentale e deve essere tempestivo, per poter risolvere il problema prima che l'infiammazione si propaghi e coinvolga ulteriori denti, ma nel frattempo alcuni rimedi naturali possono essere utili per alleviare il dolore, ridurre il gonfiore e aiutare a combattere la presenza di batteri. I rimedi naturali possono essere affiancati alla terapia medica anche durante la cura, purché essi siano concordati con lo specialista, in modo tale da non creare interazioni negative con i farmaci e non alterare i risultati della terapia. Rimedi naturali e medici dovranno, comunque, essere stabiliti sulla base delle effettive cause che portano all'insorgenza dell'ascesso: la distinzione principale è tra ascesso perapicale e ascesso parodontale. Il primo interessa la parte più interna del dente e solitamente ha origine in seguito ad una carie molto profonda, magari trascurata. Nel secondo caso, invece, l'ascesso si lega più frequentemente ad una parodontite e si forma in seguito a una lesione del parodonto, nel quale si forma la sacca piena di pus.
Ascesso

Confezione da 18 x Hyhealth Sportwrap Vetwrap Style bende in rosso per cavallo o pony – (10 bende per ferite acquisto) per incartare per zoccoli, zoccolo, Ascesso, infezioni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,57€


Rimedi naturali

AscessoNel caso di ascesso legato ad una carie, l'intervento medico deve essere tempestivo e può comportare la rimozione del dente. Ad ogni modo, anche in caso di ascesso parodontale i problemi più imminenti da fronteggiare sono simili: il dolore, il gonfiore e la formazione di pus sono i sintomi più fastidiosi, ai quali è possibile porre rimedio, o comunque per i quali è possibile trovare un po' di sollievo tramite rimedi naturali. Data la forte sensibilità al freddo e al caldo, acuita in caso di infiammazione, occorre fare attenzione a non ingerire cibi e bevande molto calde o molto fredde, ma alcune tisane possono favorire l'attenuarsi dello stato infiammatorio e ridurre la presenza di batteri: tra queste, la bardana e la camomilla. Questi rimedi naturali possono essere utilizzati anche sotto forma di impacchi, che risulteranno più efficaci, soprattutto se applicati più volte al giorno. Molto efficace risulta essere anche l'impacco di propoli, dagli effetti antinfiammatori e lenitivi. Per favorire la risoluzione del problema si possono effettuare anche degli sciacqui con regolarità, utilizzando preparati a base di erbe dal naturale potere antisettico, come la menta o la salvia.

  • Un compito non da poco, ben difficile da raggiungere soprattutto se l’intenzione ultima è quella del raggiungimento di tutti e tre i punti prima citati in una sola volta. Più facile è se si scende a c...
  • La forfora è un problema che colpisce molte persone e che interessa in maniera indifferenziata sia uomini che donne. Scientificamente, la forfora è nota con il nome di Pityriasis Capitis e non è altro...
  • L’aloe vera è anche detta “pianta miracolosa” per le sue straordinarie proprietà terapeutiche. Essa è sempre stata utilizzata in diversi ambiti con eccellenti risultati. È una pianta estremamente poli...
  • cause debolezza Debolezza, mancanza di forze, spossatezza, stanchezza e cosi via, sono tutti termini che vengono utilizzati per indicare quello stato fisico che ci fa mancare la voglia, e le forze fisiche, per qualsi...

ACETONE OV

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,73€


Fiori di Bach

Alcuni rimedi naturali possono essere in grado di portare ad una sensazione di sollievo immediato e sono adatti all'utilizzo rapido, in attesa di consultare il medico. Va ricordato, comunque, che l'infezione costituisce un problema medico che deve essere analizzato da uno specialista il prima possibile, per evitare che l'infezione possa propagarsi attraverso i tessuti e colpire anche altri organi, come gli occhi o arrivare a coinvolgere il cuore. Per un primo, rapido intervento, i Fiori di Bach sono una buona soluzione: si può assumere qualche goccia di Rescue Remedy, diluendone qualche goccia su una garza imbevuta d'acqua e applicando l'impacco direttamente sulla parte infiammata. Il Rescue Remedy costituisce un rimedio d'emergenza atto ad essere utilizzato in tutti i casi in cui occorre intervenire in modo rapido, prima di poter determinare una terapia adeguata da mettere in atto. Per attenuare i sintomi dell'ascesso ai primi stadi, quando ancora l'infezione non è molto profonda e molto diffusa, si possono fare impacchi con i Fiori di Bach Crab Apple, indicati nei casi di infezione. Gli impacchi possono favorire la guarigione anche alternati a rimedi di tipo medico, purché si abbia la certezza che l'applicazione non vada a vanificare l'effetto di altri medicinali in corso: anche in questo caso, il consulto con il proprio medico è fondamentale.


Ascesso: Prevenzione

Gli ascessi, come visto, possono esser frutto di una carie mal curata o trascurata, oppure di infezioni batteriche. Per evitare che si formino, dunque, la principale via di prevenzione è la corretta igiene orale, che deve essere effettuata con particolare attenzione soprattutto da parte delle persone soggette a parodontiti. Eliminare i batteri dalla bocca è fondamentale soprattutto per coloro che sono colpiti da parodontite, poiché essi presentano sacche nelle quali i batteri possono più facilmente proliferare e dare origine al processo infiammatorio. Per evitare che ciò accada, lo spazzolino da denti è uno strumento che potrebbe rivelarsi, da solo, insufficiente: meglio utilizzare anche scovolino, filo interdentale e collutorio. E' bene anche evitare cibi che irritano le gengive e che attaccano i denti, come gli alimenti molto acidi, il the, il caffè, gli alcolici e gli zuccheri. La pulizia dentale deve essere particolarmente accurata la sera, per evitare che durante la notte i batteri possano proliferare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO