infuso melissa

Proprietà della melissa

La melissa è una pianta che cresce sin dall'antichità come vegetazione spontanea nei territori del Mediterraneo: per queste ragioni, la scoperta delle sue proprietà benefiche e il suo utilizzo in fitoterapia risalgono a tempi molto antichi, attraverso i quali la melissa è giunta indenne sino ad oggi. I prodotti a base di melissa e, in particolar modo, gli infusi, vengono utilizzati per ridurre i sintomi di stress, ansia, depressione e insonnia: agendo sugli stati emotivi e psicologici dell'individuo, la melissa offre il suo potere distensivo e favorisce il sonno e il riposo. Parallelamente, l'infuso di melissa, realizzato con le parti aeree in quanto particolarmente ricche di principi attivi, viene sfruttato anche per la sua azione antispasmodiche, nella cura di disturbi e squilibri che riguardano l'apparato gastrointestinale. Questi possono avere origini virali o batteriche, oppure psicosomatiche: in questo caso la melissa è in grado di agire sia sui sintomi più fisici sia su quelli emotivi, migliorando la qualità della vita e del quotidiano. L'azione antinfiammatoria e antispasmodica della melissa la rende utile anche nell'attenuazione di fenomeni dolorosi come nevralgie, mal di denti, nausea, colite, crampi addominali, mal di testa, tachicardia legata a stati ansiosi.
infuso melissa

Infuso di Melissa – 50g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,95€


La melissa in fitoterapia

infuso melissa La melissa è una pianta lungamente nota in ambito fitoterapico: veniva sfruttata per i suoi molteplici effetti positivi sull'uomo già nell'antichità. Il suo nome deriva proprio dalla lingua greca: la radice “meli” significa miele e denota la dolcezza della pianta, nonché la sua capacità di attirare le api grazie all'intenso profumo sprigionato dalle sue foglie. Il suo utilizzo è documentato nei testi degli antichi e attraverso tutto il Medioevo, fino ai giorni nostri. Paracelso la indicava come pianta particolarmente adatta alla cura dei disturbi psichici e dell'umore: in effetti, con la sua azione sedativa e distensiva la melissa è un valido aiuto per combattere i sintomi ansiogeni e dello stress, contrastando l'insonnia e favorendo il riposo. La melissa non vanta una lunga tradizione soltanto all'interno della cultura europea, ma anche nel mondo arabo, dove era altrettanto conosciuta e apprezzata. Già Avicenna la segnala come pianta adatta alla cura di dolori del corpo e della mente, per le sue proprietà antispasmodiche e l'effetto positivo sul tono dell'umore. Sfruttata attraverso i secoli, la melissa è ancora oggi uno degli strumenti fitoterapici più diffusi grazie alla facilità di coltivazione della pianta e alle sue proprietà benefiche riscontrabili in modo evidente da chi ne fa uso.

  • DECOTTO La tecnica farmaceutica, cioè la materia che ci dice come preparare le varie forme farmaceutiche, come compresse, capsule o polveri, ci insegna che tra le preparazioni liquidi ve ne è una molto conosc...
  • Alloro L’alloro è chiamato anche Lauro, dal suo nome botanico, Laurus nobilis. In Gran Bretagna è chiamato Laurel o sweet bay, in Francia Laurier, Lorbeerbaum in Germania e Laurel in Spagna.Nella specie ...
  • Per vivere in maniera sana ed essere sempre in forma, sia dentro che fuori, è importante condurre una vita equilibrata e senza troppi eccessi. Non ci sono delle vere e proprie regole, ma più delle ind...
  • Le erbe officinali si rivelano degli ottimi alleati per combattere alcuni piccoli dolori fisici o anche psicologici e molti disturbi che affliggono il proprio organismo. Il tutto avviene in maniera as...

L'Angelica Infuso Melissa - 2 confezioni da 10 filtri [20 filtri]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,58€
(Risparmi 0,2€)


Preparazione dell'infuso

In fitoterapia, la melissa è presente in diversi tipi di prodotti, dall'olio essenziale alle creme, e l'assunzione può avvenire in diversi modi, a partire dall'estratto secco fino alla tintura madre. Il rimedio più casalingo e più semplice al quale ricorrere, tuttavia, è l'infuso, che gode di una facile preparazione e permette di gustare il buon sapore della bevanda calda preparata a partire dalle parti aeree della pianta offrendo la totale efficacia della melissa. In commercio è possibile trovare preparati che contengono parti aeree essiccate della melissa, utilizzata da sola oppure in abbinamento ad altre piante di simile effetto, per ottenere una maggiore efficacia. Una vola portata ad ebollizione l'acqua, sarà sufficiente immergervi le foglie e i fiori di melissa opportunamente essiccati per circa dieci minuti prima di filtrare il tutto e bere l'infuso. In media, il preparato dovrebbe comporsi di dieci grammi di prodotto essiccato per ogni 100 cl d'acqua, per poter avere la giusta concentrazione di principi attivi nell'infuso finale destinato al consumo. L'infuso di melissa ha un sapore dolce e gradevole, che solitamente non necessita l'aggiunta di zucchero o altri dolcificanti. Per chi possiede una pianta di melissa, l'infuso si può preparare anche a partire dalla raccolta e dalla successiva essiccazione delle foglie e dei fiori della pianta.


infuso melissa: Controindicazioni

Il fatto che la melissa sia un prodotto naturale, non significa che esso sia del tutto privo di controindicazioni: il consumo dei preparati derivanti da questa pianta non è adatto a tutti. La melissa comporta dei rischi per alcune persone e l'assunzione deve essere, in caso di soggetto potenzialmente a rischio, concordata insieme al proprio medico curante oppure evitata del tutto. In primo luogo, la melissa non può essere consumata, neppure in modestissime quantità, da parte di coloro che presentano una reazione allergia ai suoi principi attivi. La melissa è sconsigliata anche in caso di glaucoma, mentre deve essere assunta con molta attenzione dalle persone affette da squilibri tiroidei: la sua azione potrebbe aggravare sintomi già presenti o contrastare l'effetto di eventuali terapie farmacologiche in corso. Per questa ragione, i soggetti interessati da disturbi tiroidei dovrebbero consultare il proprio medico prima di decidere per l'assunzione dell'infuso di melissa, soprattutto se per periodi di tempo prolungati.



COMMENTI SULL' ARTICOLO