Decotto zenzero

Premessa

Quante persone conoscono le straordinarie proprietà terapeutiche e curative di alcune piante? Purtroppo molto poche in confronto a molti secoli fa, quando l’utilizzo di piante ed estratti naturali erano gli unici rimedi per potersi curare. L’utilizzo di foglie, radici, petali e semi di specifiche piante, chiamate officinali, per le loro proprietà curative era un pratica assolutamente comune già ai tempi degli antichi popoli, dai greci ai romani, dagli antichi egizi alle popolazioni nordiche. Essi conoscevano alla perfezione le straordinarie proprietà di ogni pianta che la natura metteva loro a disposizione e le utilizzavano per la cura di ferite da guerra o per risolvere alcuni disturbi interni dell’organismo. La preparazione di intrugli e lozioni a base di estratti vegetali era la sola modalità per poter beneficiare delle miracolose sostanze di cui sono provviste determinate piante.

YOGI TEA - Infuso Biologico Zenzero, Arancia, Vaniglia - Tisana Ayurvedica Riscaldante per Corpo e Mente - 17 filtri -

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,9€


Cos’è

Oggi giorno, la conoscenza delle proprietà delle erbe officinali non è molto diffusa. Si sa molto poco, ma sembra che una maggiore attenzione verso i prodotti green si sta facendo strada. È importante diffondere l’idea che oltre alle cure tradizionali, quelle effettuate con i tradizionali farmaci, vi è anche un’alternativa che consiste nell’utilizzo di prodotti naturali come le erbe officinali. I metodi più utilizzati per godere delle infinite proprietà di queste erbe sono la preparazione di tisane, infusi e decotti. Questi tre metodi sono essenzialmente molto simili ma vi sono alcuni aspetti, nella loro preparazione, che li distinguono. Il decotto, che è la preparazione che verrà analizzata in questa sede, è utile se si vuole estrarre i principi attivi da semi, legno, corteccia e radici, insomma da tutte quelle parti più dure di una pianta. Tra i decotti più interessanti che è possibile preparare in maniera veloce e semplice vi è il decotto allo zenzero.


  • Alloro L’alloro è chiamato anche Lauro, dal suo nome botanico, Laurus nobilis. In Gran Bretagna è chiamato Laurel o sweet bay, in Francia Laurier, Lorbeerbaum in Germania e Laurel in Spagna.Nella specie ...
  • Non molti sanno che la cura del proprio corpo può avvenire anche con prodotti del tutto naturali. In realtà, l’esistenza di erbe officinali che intervengono nel salvaguardare il benessere dell’organis...
  • Oltre alle medicine tradizionali e ai classici metodi di cura, esiste tutto un universo che si basa sull’utilizzo di prodotti completamente naturali in grado di contrastare, prevenire e curare alcuni ...
  • Molte piante presentano proprietà straordinarie in grado di migliorare la salute e le prestazioni del proprio organismo. Non tutti conosciamo il grande potere curative di alcune specie vegetali, che v...

NICOLE DIARY Nail Polvere Set 3 scatole Scintillante polvere di perle di glitter per unghie (3 colori) + 4 scatole Decorazione blu Pigmento in cromo lucido con unghie artigianale Manicure (4 colori)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,01€


Caratteristiche

Lo zenzero è una spezia estremamente utilizzata per la preparazione di gustosi piatti. In realtà, si tratta di un estratto vegetale che possiede anche delle straordinarie proprietà terapeutiche ed oltre ad essere utilizzato in cucina è ottimo anche come rimedio naturale per alcuni disturbi. Lo zenzero appartiene alla famiglia delle zinziberacee. Si presenta come una grossa radice a tubero. In cucina, lo zenzero è utilizzata per il suo gusto estremamente aromatico e un po’ piccante e per il suo lieve profumo di citronella. In omeopatia viene utilizzata, di questa pianta, soprattutto la sua radici che è la parte che contiene una maggiore quantità di principi attivi e di sostanze benefiche. Per godere al meglio delle sue proprietà, è possibile utilizzare lo zenzero come base vegetale per un ottimo decotto da bere ogni giorno, anche più volte al dì, è consigliabile consumarlo, però, lontano dai pasti. È molto semplice prepararlo, basta acquistare la materia prima, ovvero la radice di zenzero e metterla insieme a dell’acqua in un pentolino. Dopodiché bisogna accendere il fuoco e portare il tutto a ebollizione. Una volta che l’acqua comincia a bollire, bisogna spegnere la fiamma e lasciare in infusione fino a che il composto non sarà tiepido e pronto da bere. Prima di consumarlo, ovviamente, bisogna filtrare il tutto. La particolarità del decotto rispetto all’infuso o alla tisana è che l’estratto vegetale si introduce nell’acqua ancora fredda e si porta a bollore assieme al liquido, anziché versarlo in un secondo momento.


Proprietà

Un decotto allo zenzero è una vera e propria miniera di sostanze benefiche. Esso è un valido contributo nel caso di cattiva digestione. Se si digerisce, infatti, in maniera troppo lenta, bere un decotto a base di zenzero facilita il processo e soprattutto lo rende più liscio e veloce. Bere questa salutare bevanda è importante anche in caso di inappetenza e problemi di gonfiore, pigrizia intestinale e flatulenza. Se si è soggetti a spasmi e crampi a livello dell’addome un decotto allo zenzero somministrato periodicamente e costantemente riduce sensibilmente il problema. Lo zenzero crea un velo protettivo a livello gastrico, ma non è consigliabile a tutti colore che soffrono di ulcera o di gastrite in quanto il gusto leggermente piccante potrebbe contribuire ad acuizzare il fastidio. Il decotto allo zenzero è sconsigliato anche a tutti coloro che seguono cure a base di anti coagulanti e anti infiammatori.


Decotto zenzero: Effetti collaterali

In genere, utilizzare erbe officinali è meno pericoloso e riserva meno effetti collaterali rispetto ai farmaci tradizionali, ma chiaramente, anche in questo caso è necessario prendere delle precauzioni e valutare se si presentano forme di allergia alle erbe che si intende utilizzare. Molto spesso, infatti, non si sa di essere allergici a qualcosa finché non si utilizza quel prodotto. Nel caso del decotto allo zenzero basta una sola assunzione, se si riscontrano dei problemi essi sono immediatamente evidenti. Negli altri casi si può utilizzare normalmente lo zenzero senza però eccedere nelle quantità e non nei casi sopracitati, ovvero in quelle situazioni in cui potrebbe esserci interazione con altre cure.



COMMENTI SULL' ARTICOLO