Dieta scarsdale

Principi della dieta Scarsdale

La dieta Scarsdale è stata ideata dal medico americano Herman Tarnower, che la diffuse negli anni Settanta accompagnandola ad una promessa che ha attirato le attenzioni di persone con problemi di peso (o semplicemente con desiderio di calare ulteriormente) in tutto il mondo: La dieta promette infatti di arrivare ad una perdita di ben 10 chili in soli quattordici giorni. Tale regime alimentare è rivolto a coloro che mostrano necessità o desiderio di perdere peso in breve tempo: una classica “dieta dell'ultimo minuto” che però promette di garantire il mantenimento del peso raggiunto, se alla dieta viene comunque fatto seguire un regime alimentare controllato e in linea con i principi Scarsdale. La dieta vera e propria però, proprio perché rivolta a persone che desiderano perdere molto peso in brevissimo tempo, non deve essere prolungata troppo a lungo: si tratta di un regime dai dettami molto precisi, ai quali si concedono minime variazioni anche dal punto di vista della durata, per evitare controindicazioni o problemi di salute derivanti da un'alimentazione strettamente controllata e volta alla rapida perdita di massa corporea.
Dieta Scarsdale

La Dieta Scarsdale: Come Perdere 7 Kg in 14 Giorni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,06€
(Risparmi 0,93€)


Alimentazione e dieta

Dieta ScarsdaleLa dieta Scarsdale prevede una restrizione massiccia dei carboidrati, mentre, al contrario di molte altre diete, non è particolarmente attenta al controllo delle calorie generali assunte durante ogni pasto. In realtà, secondo i principi della dieta Scarsdale, pesare gli alimenti non è fondamentale proprio perché tale regime alimentare prevede un ricco consumo di cibi altamente proteici e privi di carboidrati, i quali saziano anche in quantità contenute, pertanto è difficile che, basando l'alimentazione su questo tipo di cibi, si riesca a consumarne quantità molto significative. Gli alimenti privilegiati da questo tipo di dieta sono i cibi magri di origine animale, senza tralasciare però il consumo di frutta e verdura, mentre al di fuori dei pasti consigliati sono del tutto banditi alcolici e spuntini di qualsiasi tipo. Per ottenere la perdita di peso promessa da questo tipo di dieta, è prevista una stretta adesione ai suoi principi basilari, accompagnati da un aumentato consumo d'acqua, per favorire l'eliminazione delle scorie azotate che si legano ad una elevata quantità di cibi proteici. La dieta, al contrario di molti altri regimi alimentari, non prevede necessariamente l'esercizio fisico: al contrario, svolgere attività impegnative per un periodo di tempo prolungato potrebbe diventare più difficoltoso durante il regime Scarsdale, a causa dell'alimentazione povera di zuccheri.

  • Dimagrire velocemente Dimagrire velocemente è un sogno per molte persone che, trovandosi in sovrappeso e con difficoltà a perdere i chili in eccesso, sono in costante ricerca di uno strumento rapido per ritrovare la propri...
  • dimagrire Un tema molto caro sia alle donne che agli uomini è quello relativo al dimagrire che dà il titolo alla nostra sezione. Quando parliamo di dimagrire il nostro pensiero va subito associato alle diete e ...
  • Oggi, più di ieri, sempre più persone sono consapevoli che per tenersi in forma devono adottare uno stile di vita sano e vitale. Sia gli uomini che le donne conoscono l’importanza di uno stile di vita...
  • Il nostro corpo per poter funzionare nella maniera giusta deve essere curato e ben trattato. Ciò può avvenire solo se lo si rispetta con un regime alimentare sano e dell’attività sportiva alquanto fre...

La dieta Adamski. Obiettivo pancia piatta: come purificare l'intestino mangiando di tutto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,67€
(Risparmi 2,23€)


La dieta Scarsdale ha avuto grande successo nel corso degli anni, fino a diventare tra i regimi alimentari più popolari al mondo: ad attrarre coloro che decidono di provarla sono soprattutto gli scarsi sforzi che essa sembra richiedere e la sua capacità di provocare una perdita di peso considerevole in pochissimo tempo. Questo tipo di alimentazione ha indubbiamente dei vantaggi e degli aspetti positivi: accanto alla possibilità di raggiungere l'obiettivo in tempi ristretti, essa prescrive l'eliminazione di sostanze complesse in favore di un'alimentazione più semplice, povera di grassi e di zuccheri. Un altro fattore che ha contribuito, nel corso degli anni, alla popolarità della dieta Scarsdale è il fatto che il regime alimentare non subisce pesanti restrizioni dal punto di vista delle quantità, permettendo forse più di molte altre diete il raggiungimento della sensazione di sazietà. La dieta Scarsdale, in aggiunta, non prescrive attività fisica, altro fattore che, per chi è amante di uno stile di vita sedentario, è considerato un valore aggiunto grazie alla possibilità di perdere comunque molto peso. La dieta Scarsdale, inoltre, prevede un sistema di controllo del peso anche più sul lungo termine, in quanto si abbina ad una dieta di mantenimento che può successivamente essere convertita ancora in un regime più stretto qualora si torni a superare il proprio peso forma.


Dieta scarsdale: Controindicazioni

Nonostante i tanti vantaggi che la dieta Scarsdale sembra comportare con relativa facilità, si tratta di un regime alimentare che può nascondere dei veri e propri pericoli. L'assenza di carboidrati e il consumo di alimenti prevalentemente calorici comporta un rischio, in particolare, per coloro che praticano attività sportiva: il regime potrebbe risultare decisamente insufficiente dal punto di vista calorico, comportando controindicazioni come vertigini, senso di debolezza, crampi e svenimenti. La dieta Scarsdale, inoltre, è sconsigliata per le stesse ragioni alle donne in gravidanza, agli adolescenti e alle persone con patologie o problemi legati all'alimentazione di varia natura. Se ci si vuole sottoporre a un regime alimentare così limitante, pertanto, è importante chiedere prima il parere del proprio medico, per evitare di andare incontro a problemi di salute. Va ricordato, inoltre, che la perdita di peso è legata alla perda di massa muscolare, alla riduzione delle riserve glicemiche e dei liquidi, con rischio di disidratazione, pertanto il rischio di riprendere i chili persi una volta tornati ad un altro regime alimentare dopo le due settimane di ristrettezze è elevato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO