Trigliceridi

Cosa sono i trigliceridi

I trigliceridi sono grassi contenuti nella maggior parte degli alimenti, che arricchiscono il nostro tessuto cellulare. La maggior parte dei grassi presenti nel cibo è costituita da trigliceridi (circa il 90%), i quali possono essere di diverso tipo a seconda della composizione. I trigliceridi, infatti, sono composti da una molecola di glicerolo e tre acidi grassi: i trigliceridi semplici sono composti da tre acidi grassi di stesse caratteristiche e dimensioni uniti alla molecola di glicerolo. I trigliceridi all'interno dell'organismo svolgono ruoli molto importanti: da parte, costituiscono una riserva di energia per garantire la sopravvivenza dell'individuo anche in condizioni di privazioni di cibo. Dall'altra parte, essi costituiscono una barriera naturale contro il freddo, proteggendo il corpo ed isolandolo dalle basse temperature esterne. Nonostante la presenza di trigliceridi nell'organismo sia un elemento importante per la salute dell'organismo, una quantità eccessiva può comportare dei seri fattori di rischio, mentre in altri casi, più rari, di trigliceridi bassi, il loro livello può essere sintomi di altre patologie: se il livello dei trigliceridi si discosta dai valori medi, è bene approfondire le analisi per risalire alle cause della variazione ed intervenire.
Trigliceridi

PRIMA 3in1 misuratore Glucosio Colesterolo Trigliceridi con strisce incluse

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79€
(Risparmi 51€)


Rimedi naturali per trigliceridi bassi

Trigliceridi I trigliceridi bassi sono un caso che si presenta di rado: è più frequente riscontrare livelli di trigliceridi troppo alti nel sangue, come sintomo di ulteriori patologie, tuttavia si tratta di una condizione che si può verificare e per la quale è altrettanto importante ricercare le cause. I trigliceridi bassi si riscontrano negli individui malnutriti o denutriti, con una dieta troppo povera di grassi e di carboidrati. In questi casi, l'intervento avverrà nell'ambito del regime alimentare, per lo stabilimento di un regime adeguato eventualmente arricchito da integratori e una terapia farmacologica concordata con specialisti del settore. Tali valori possono essere segno anche di disturbi alimentari, che portano all'assunzione di una qualità troppo ridotta di cibo. Se i trigliceridi sono bassi anche in presenza di una dieta equilibrata, invece, le cause devono essere ricercate altrove: le più comuni possono essere legate a problemi di tiroide o a disturbi come la celiachia. In generale, disturbi al fegato oppure metabolici di origine genetica possono provocare una stato di carenza di trigliceridi, da tenere sotto stretto controllo.

  • dimagrire Un tema molto caro sia alle donne che agli uomini è quello relativo al dimagrire che dà il titolo alla nostra sezione. Quando parliamo di dimagrire il nostro pensiero va subito associato alle diete e ...
  • Tenersi in forma è una regola per ognuno di noi, uomini o donne di ogni età. La saluta è la cosa più importante nella vita e bisogna salvaguardarla nella maniera più opportuna. Stare bene e mantenersi...
  • In alcuni periodi dell’anno il nostro organismo è particolarmente sotto stress e occorrerebbe ricorrere a dei rimedi semplici e pratici per garantire un supporto in più al fisico. Quando fa molto cald...
  • Il segreto di una vita sana e di una salute di ferro è, senza dubbio, una buona alimentazione e un’attenzione particolare all’attività fisica. Sono due regole estremamente semplici eppure così diffici...

STRISCE NUOVO MULTICARE IN TRIGLICERIDI 25 PZ.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,9€


Rimedi naturali per trigliceridi alti

I trigliceridi alti costituiscono il caso più frequente di irregolarità riguardante questi valori e costituiscono un pericolo per la salute dell'organismo. I trigliceridi alti sono uno dei primi segnali e dei più evidenti del rischio di disturbi cardiovascolari, che possono degenerare in attacchi cardiaci, trombosi, coronopatie e angina pectoris. I trigliceridi alti sono un pericolo per la salute e come tali devono essere trattati: se i valori superano quelli considerati ottimali, si dovrà intervenire attraverso una dieta adeguata e attraverso una terapia medica adeguata. Alcuni rimedi naturali, ad ogni modo, possono venire sfruttati per la riduzione della presenza dei trigliceridi nel sangue, purché l'assunzione venga concordata con il proprio medico per evitare interazioni negative con la terapia farmacologica in corso. Tra questi, è benefica l'abitudine di consumare tè verde, melanzane, alimenti ricchi di proteine di soia. A questi si possono aggiungere degli integratori o dei preparati completamente naturali, realizzati a partire da piante come l'olio di semi di lino o l'olio di semi di canapa, mentre di origine animale si ricordano l'olio di pesce, l'olio di fegato di merluzzo e gli integratori di Omega 3. Può risultare, benefico, inoltre, il consumo di aglio, mentre sul mercato sono disponibili anche alcuni integratori di fibre che possono favorire la riduzione dei trigliceridi presenti nel sangue.


Trigliceridi: Buone abitudini

I farmaci possono fare ben poco nei confronti dei trigliceridi alti, se ad essi non vengono abbinati uno stile di vita sano e un regime alimentare adeguato a ridurre il problema. Fare movimento e mantenere sotto controllo la dieta sono fattori importantissimi per mantenere i trigliceridi entro i livelli di norma. Nella dieta, non dovrebbero mancare tre pasti a settimana a base di pesce e l'abbondante consumo di olii vegetali. Gli zuccheri complessi saranno da preferire a quelli semplici, in quanto più lentamente assimilabili. I pasti dovranno essere equilibrati, di quantità contenute e ricchi di verdura e frutta, abbinati ad attività fisica regolare che permetta la corretta assimilazione delle sostanze ingerite. Da evitare, invece, l'alcol, anche se in piccole quantità: esso stimola in modo evitende la produzione di trigliceridi da parte del fegato. I trigliceridi vanno tenuti sotto stretto controllo, con analisi regolari da svolgere dopo almeno 12 ore di digiuno, per non rischiare di sfalsare i risultati a causa di pasti magari troppo ricchi sostenuti in modo occasionale a poche ore dal prelievo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO