Liquore alla liquirizia

Origini del liquore alla liquirizia

Sebbene il consumo di liquori faccia parte della tradizione sin dai tempi più antichi anche nell'area del Mediterraneo, il liquore alla liquirizia è stato introdotto relativamente tardi all'interno delle abitudini alimentari italiane. La ragione è semplice: la liquirizia stessa è stata introdotta come elemento da sfruttare in epoca abbastanza recente rispetto agli altri tipi di alcolici: è solo nel quindicesimo secolo che questa pianta viene introdotta in Italia ed utilizzata per produrre i primi liquori, ad opera dei frati francescani. La liquirizia ha immediato successo non solo per il suo intenso sapore, ma anche per via delle sue proprietà digestive, proprie della radice: per questa ragione viene utilizzata e considerata particolarmente efficace per la realizzazione di liquori da consumare alla fine di pasti importanti. Importata tardi, la liquirizia era invece lungamente nota, in particolare, in Egitto e nei paesi limitrofi, dove veniva utilizzata anche a scopo curativo: la liquirizia veniva sfruttata per favorire la rapida guarigione delle ferite, ma anche per contrastare problemi digestivi e del tratto gastrointestinale. Assunta anche per le coliche renali, la radice veniva ridotta in polvere e aggiunta all'acqua per ottenerne un calmante per la tosse.
Liquore alla liquirizia

Bosco Nero'Liquore Di Liquirizia Ml.500

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,23€


Ricetta

Liquore alla liquirizia Il liquore alla liquirizia può essere preparato molto facilmente in casa, per averne a disposizione sempre una piccola quantità da gustare e da offrire ai propri ospiti. Il liquore non richiede l'utilizzo di ingredienti molto costosi o difficili da reperire, pertanto la produzione casalinga è sempre più diffusa. Del resto, il liquore si prepara in pochissimo tempo e può venire conservato davvero a lungo. E' possibile trovare moltissime ricette diverse, che variano nelle proporzioni tra i singoli ingredienti: una volta effettuato qualche esperimento, sarà possibile affidarsi alla soluzione che meglio soddisfa il proprio palato. Gli ingredienti necessari sono davvero pochi:

30 gr liquirizia pura

400 ml di acqua

160 ml di alcol a 95°

10 gr di zucchero

In due pentolini separati, fate scaldare la liquirizia e lo zucchero immersi nell'acqua (200 ml circa per ogni pentolino), finché entrambi non sono sciolti ma senza che lo zucchero inizi a caramellare. Fate poi raffreddare il tutto e unite zucchero e liquirizia. Una volta che il prodotto è completamente freddo potrete unire l'alcol: la temperatura è importante, perché il calore tende a far evaporare l'alcol. Una volta aggiunto anche quest'ultimo ingrediente, la liquirizia potrà venire travasata in contenitori da coprire con carta d'alluminio per mantenere il buio all'interno e conservata in frigo, per essere consumata ad ogni occasione. Naturalmente, la liquirizia può essere preparata in quantità maggiori o minori e le singole proporzioni possono venire lievemente variate, ma si consiglia di apportare modifiche con attenzione e con cambiamenti piccoli e graduali, per evitare di creare disequilibri troppo forti.

  • Non c’è niente di meglio che sorseggiare in compagnia del liquore casalingo o acquistato. L’ora dell’aperitivo in luoghi pubblici piuttosto che in casa propria rappresenta un vero e proprio piacevole ...
  • Alloro L’alloro è chiamato anche Lauro, dal suo nome botanico, Laurus nobilis. In Gran Bretagna è chiamato Laurel o sweet bay, in Francia Laurier, Lorbeerbaum in Germania e Laurel in Spagna.Nella specie ...
  • liquore alloro L’alloro è una pianta aromatica estremamente conosciuta ed apprezzata. Sono molteplici gli utilizzi che se ne possono fare, tra i quali, quelli maggiormente noti riguardano l’ambito della cucina. In r...
  • Liquore di alloro Le origini del liquore di alloro si perdono nel tempo: si tratta di una bevanda preparata sin dall'antichità e molto diffusa, in particolare, in Sud Italia. La sua preparazione è semplice e il liquore...

Liquore alla liquirizia BlackOut 70 CL Liquore Artigianale Umbro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,95€


Liquore alla liquirizia: Utilizzo

Il consumo del liquore alla liquirizia può avvenire in seguito ai pasti o anche durante la sera, per gustarne il sapore durante la tranquillità di qualche attimo trascorso lontano dai doveri e dagli impegni. Il liquore alla liquirizia viene spesso offerto freddo, pertanto è particolarmente apprezzato nel periodo estivo, nonostante si adatti ad essere consumato in qualsiasi stagione. In particolare, il sapore intenso lo rende adatto a concludere un pasto, fungendo come digestivo e mitigando il senso di pienezza allo stomaco. Il liquore alla liquirizia può accompagnare un dolce, aromatizzato allo stesso sapore oppure con sapore altrettanto intenso, come un leggero dolce al limone dal sapore pungente. Si tratta di un liquore che è caratterizzato, solitamente, da un'elevata presenza di alcol al suo interno, pertanto il consumo si limita a pochi sorsi a persona e si serve negli appositi bicchierini da liquore, a fine pasto, solitamente dopo che si è offerto il caffè, oppure più tardi durante il corso della serata. Si tratta di una tradizione radicata non solo in Italia o Europa, ma in moltissime aree del Mediterraneo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO