Torta di carote

Storia della torta di carote

La torta di carote è un dolce che ha compiuto un lungo viaggio non solo attraverso il tempo, ma anche attraverso lo spazio: come molti piatti ancora oggi presenti sulla nostra tavola, la sua preparazione ha origini molto antiche, non sempre facili da identificare. Quel che è noto, a riguardo, è che si tratta di una ricetta diffusa da lunghissimo tempo sia in Europa sia negli Stati Uniti e che, in seguito al suo grande successo, si è affermata in tutto il mondo. Nonostante la torta di carote sia considerato un piatto tipico della tradizione culinaria americana, alcune sue varianti sono note in Europa già a partire dal Medioevo. L'utilizzo di frutta e verdura negli impasti dei dolci, infatti, si diffonde a partire da quell'epoca a causa della difficoltà di reperimento dello zucchero: inizialmente, quella che oggi è nota come torta di carote era un preparato chiamato budino, dalla consistenza molto più solida dei budini moderni e compattato con midollo osseo animale. Una particolare curiosità legata a tale piatto, preparato sia salato sia dolce, è il colore: se oggi la sfumatura arancione è caratteristica tipica della torta di carote, non era sempre così nel passato, quando varietà di carote dalle tonalità diverse erano molto più diffuse rispetto ad oggi.
Torta di carote

Dnabio Torta Alle Carote Bio - 400 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,99€


Proprietà delle carote

Torta di caroteLa torta di carote è un piatto della tradizione, povero di zuccheri aggiunti e ricco di proprietà nutrizionali: per questo risulta essere un dolce salutare e nutriente. Si tratta di un preparato leggero e dal sapore delicato, che conserva le proprietà benefiche delle carote e ha un influsso positivo sull'apparato intestinale e sul sistema circolatorio. Le carote sono ricche di carotene, che permette al nostro organismo di produrre vitamina A. Questi ortaggi sono, inoltre, un'importante fonte di vitamina C, benefica per la vista e per la pelle. Il consumo di carote nel periodo estivo permette di avere una naturale protezione per la pelle esposta al sole, pur senza eliminare i rischi legati all'assenza di protezioni esterne. Attraverso la cottura, le carote offrono anche moltissime fibre utili per la regolarizzazione intestinale: gli antiossidanti presenti nelle carote contribuiscono a renderle una risorsa naturale ancora più preziosa per l'organismo a qualsiasi età. Le carote risultano particolarmente versatili in cucina proprio perché tramite la cottura non perdono le loro proprietà benefiche, come invece accade con altri ortaggi diffusi, il cui utilizzo deve essere legato maggiormente al consumo crudo.

  • Come tutti sanno, gli italiani sono dei buongustai e spesso sono anche degli ottimi cuoci. La cucina della tradizione mediterranea è stimata in tutto il mondo e secondo alcuni illustri esperti, oltre ...
  • L’anice è una pianta aromatica estremamente apprezzata ed utilizzata in diversi campi, dalla cucina, alla omeopatia e al campo medico. Si tratta di una specie che ha origini molto antiche e il cui uti...
  • L’anice è una pianta aromatica estremamente conosciuta ed apprezzata in cucina. si tratta di una pianta che cresceva spontaneamente nelle lontane terre dell’oriente e del medio oriente, ma che è stata...
  • Il carciofo è una pianta molto apprezzata dal punto di vista culinario, ricca di proprietà nutritive ed è conosciuta fin dall’antichità per il suo utilizzo terapeutico. Il carciofo è conosciuto con il...

Organix Organico Torta Di Carote Oaty Bar Morbide 6 X 30G (Confezione da 6)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,53€


Ricetta

Come accade per moltissimi piatti antichi e diffusi in diverse aree del mondo, della torta di carote esistono moltissime varianti. Ecco una ricetta base, con la quale è comunque possibile sperimentare diverse varianti e arricchimenti.

Ingredienti:

300 gr di carote

300 gr di farina

100 gr di mandorle

3 uova

1 bustina di lievito

150 gr di zucchero

100 ml di olio di semi

Zucchero a velo

Burro

Preparazione:

Pelate e grattugiate le carote, schiacciandole per far eliminare loro il liquido in eccesso. Rompete poi le uova ed unitele allo zucchero, montando il tutto fino a formare un composto spumoso. Setacciate poi, in un contenitore a parte la farina, per poi aggiungere il lievito, la farina di mandorle (che bilancerà il sapore dolce delle carote), l'olio e le carote grattugiate. A questo punto potete mischiare il tutto e unire le uova, continuando a mescolare delicatamente fino a formare un composto omogeneo. Imburrate la teglia e versate il composto; mettetelo poi nel forno preriscaldato a 180° e lasciatelo cuocere per circa 40 minuti. Controllate con uno stuzzicadenti il grado di cottura: se, una volta infilato lo stuzzicadenti nella torta, esso ne uscirà perfettamente pulito, la torta sarà pronta per essere sfornata. Una volta estratta la torta dallo stampo, potrà venire ricoperta con uno strato di zucchero a velo e servita ancora calda, oppure gustata fredda.


Torta di carote: Ricetta vegana

La torta di carote è un piatto vegetariano, che però può anche venire riproposto in versione vegana, dunque senza l'utilizzo di alcun ingrediente di origine animale. Per preparare questa gustosa variante sarà sufficiente seguire le istruzioni base della preparazione della torta di carote, con qualche piccola variante riguardante gli ingredienti. Le farine e il lievito andranno uniti in un contenitore apposito e miscelati, insieme allo zucchero e all'olio di semi, mentre le uova saranno sostituite da latte di soia. La quantità ideale, nel rispetto delle proporzioni sopra indicate, è di 200 grammi di latte di soia, da unire al composto a temperatura ambiente. In questo modo, l'impasto potrà risultare più liquido rispetto a quello tradizionale contenente le uova montate con lo zucchero: una volta messo in forno, dunque, si potrà aggiungere qualche minuto a temperatura più bassa e con la funzione ventilata per favorire l'asciugatura interna del dolce. Controllate sempre con lo stuzzicadenti quando l'interno dell'impasto è sufficientemente compatto ed estraete il dolce, per poi lasciarlo raffreddare e gustarlo con un piccolo velo di zucchero sulla superficie.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO