Proprieta anice

Premessa

L’anice è una pianta aromatica estremamente apprezzata ed utilizzata in diversi campi, dalla cucina, alla omeopatia e al campo medico. Si tratta di una specie che ha origini molto antiche e il cui utilizzo come rimedio naturale per diversi disturbi e patologia è altrettanto datato. Il nome scientifico dell’anice è Pimpinella Anisum ed è un pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Apiaceae. L’anice è una pianta annuale caratterizzata da un fusto che può arrivare a misurare anche mezzo metro, piccoli fiori di colore bianco che sbocciano nel periodo estivo e dei frutti di misura molto limitata di colore verde tendente al bruno con la maturazione, di forma ovale. L’anice non è una pianta originaria del Mediterraneo anche se è stata esportata anche in questo territorio, dove oggi giorno ha trovato le condizioni ideali per crescere anche spontaneamente, ovvero un clima caldo con scarsa umidità. Originariamente, l’anice cresceva in oriente, ma si hanno notizie di una sua diffusione e coltivazione già ai tempi degli antichi egizi, della civiltà araba e greca. È probabilmente nello stesso periodo che questa pianta fu portata in Italia dove oggi è estremamente presenta sia come pianta spontanea che coltivata. Dell’anice non si utilizza tutta la pianta, ma soprattutto alcune parti di essa come i semi che vengono tradizionalmente raccolti nel periodo estivo e in particolare nel mese di agosto e i fiori essiccati.

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà, Collezione 2: Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Peperoncino Cayenna Rosso, Peperoncino Tondo da Ripieno, Rucola, Cipolla Rossa Tonda di Tropea, Coriandolo, Maggiorana, Anice, Senape Bianca, Crescione Comune, Dragoncello, Melissa e Dente di Leone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Specie di anice

In realtà la Pimpinella Anisum non è l’unica varietà di questa pianta. Ne esiste anche un’altra denominata Illicium Verum, ovvero anice stellato, appartenente alla famiglia delle illiciaceae. Sebbene le sue varianti di anice condividono in linea generale l’aroma, esse presentano delle differenze. L’anice verde presenta le caratteristiche precedentemente descritte ed è la specie più diffusa, attualmente, in occidente. Inoltre ha un aroma molto simile a quello del finocchietto. L’anice stellato, invece, è una specie originaria della Cina e deriva questo nome per la presenza fi fiori a forma, per l’appunto, di stella. Il sapore è molto più vicino a quello della liquirizia. A queste due specie di anice bisogna aggiungerne una terza: l’anice pepato. Essa fa parte della famiglia delle Rutaceae, originaria di Cina, Giappone e Corea. Il nome indica chiaramente il gusto leggermente piccante.


  • Anice L’Anice stellato prende questo nome dalla forma della sua infruttescenza che ha per l’appunto la forma di una stella che può avere da otto a dodici punte. Oltre che con questo nome è conosciuto anche ...
  • anice stellato L’Anice stellato prende questo nome dalla forma della sua infruttescenza che ha per l’appunto la forma di una stella che può avere da otto a dodici punte. Oltre che con questo nome è conosciuto anche ...
  • L’anice è una pianta aromatica estremamente diffusa nel nostro paese sebbene essa sia originaria di tutt’altra parte del mondo. L’anice, infatti, cresceva in maniera spontanea nelle terre d’oriente e ...
  • L’anice è una pianta aromatica estremamente conosciuta ed apprezzata in cucina. si tratta di una pianta che cresceva spontaneamente nelle lontane terre dell’oriente e del medio oriente, ma che è stata...

Twinings Liquirizia 20 Per Confezione (Confezione da 2)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,25€


Proprietà

L’anice verde ha una composizione caratterizzata da una buona parte di carboidrati, proteine, fibre, acqua, e minerali quali potassio, ferro, sodio, calcio manganese, zinco e rame. Le vitamine, invece, sono presenti in quantità più limitate ed esse sono la A, B, C. questa specie vegetale presenta tantissime proprietà e non è un caso che già ai tempi dei romani e dei greci veniva utilizzata per curare alcuni disturbi. L’anice era, infatti, servito come digestivo oppure si consigliava di conservarne alcuni semi sotto il cuscino per contrastare l’insonnia. Insomma, già nel passato si attribuivano all’anice importanti qualità curative e terapeutiche. Effettivamente, anche oggi l’anice è noto per i suoi effetti digestivi e difatti è spesso utilizzato sottoforma di infuso e tisana proprio per alleggerire e agevolare il processo della digestione dopo un pranzo o una cena troppo abbondante. Ma l’anice, attualmente, è utilizzato anche come rimedio antispasmodico, sempre sotto forma di infuso da bere. Sembra che l’anice abbia degli effetti positivi anche contro la tosse e i sintomi da raffreddamento e la presenza di muchi. I semi di anice sono un vero e proprio rimedio naturale per lo stress. Esso è un forte rilassante, calma il nervosismo e regolarizza il flusso mestruale. Inoltre, come nel passato è utilizzato come rimedio contro l’insonnia. Sembra che l’anice abbia degli effetti benefici anche sulla vita sessuale, stimolando la libido e funzionando, dunque, come potente afrodisiaco. È importante, però non esagerare con le dosi, in quanto come ogni sostanza, se assunto in quantità esagerate può essere tossico.


Proprieta anice: Utilizzo in cucina

Oltre che in campo terapeutico, l’anice ha un grande impiego, come tutti sanno, anche in cucina. Sono tantissime le ricette che si possono realizzare con questa pianta soprattutto nell’ambito della pasticceria e nella realizzazione di ottimi liquori. L’anice, nella versione verde o stellato è utilizzato per insaporire molto piatti e dolci. Può essere spruzzato su carni e formaggi o essere inserito nell’impasto di torte e paste. È possibile realizzare alcuni tipici biscotti della tradizione marchigiana come gli “anicetti” o liquori estremamente noti come la Sambuca e l’Anisetta. In Francia i liquori all’anice, noti con il nome di “Pastis” sostituirono l’assenzio, giudicato troppo forte. Un impiego così diffuso nell’ambito culinario è, chiaramente, dovuto al suo indiscutibile sapore e alla sua freschezza. Inoltre preparato come distillato o liquore ha anche degli effetti digestivi, il che aggiunge al suo inconfondibile gusto anche una valida funzione. L’anice è una pianta estremamente valida e eclettica e ciò è dimostrato dal suo essere stata apprezzata già nei tempi antichi e dal fatto che è pervenuta fino ai giorni nostri con la stessa importanza.



COMMENTI SULL' ARTICOLO