Cuore di carciofo

Cos’è

Il carciofo è una pianta molto apprezzata dal punto di vista culinario, ricca di proprietà nutritive ed è conosciuta fin dall’antichità per il suo utilizzo terapeutico. Il carciofo è conosciuto con il nome scientifico Cynara cardunculus L. subsp. scolymus (L.) Hegi. Fa parte della famiglia delle Asteraceae ed è molto diffusa in territori a clima temperato. Essa cresce naturalmente in luoghi come l’Italia e altri paesi che affacciano sul Mediterraneo. Il carciofo non è un'unica pianta. Esistono una moltitudine di varietà che si differenziano per forma, grandezza, per la presenza o meno di spine ed altre caratteristiche. In Italia, essi variano a seconda del territorio in cui sono coltivati. Molto conosciuti sono, ad esempio, il Paestum in Campania, il Romanesco nella zone del Lazio, lo Spinoso Ligure in Liguria, il Bianco Tarantino in Puglia e tanti altri. Il carciofo è una pianta erbacea che può arrivare a circa un metro e mezzo di altezza. Come in tutte le piante a rosetta, il carciofo presenta un fusto di circa 3 o 4 cm e uno stelo alla sommità del quale si forma il fiore che è abbastanza spesso e carnoso. Le foglie presenti sulla pianta del carciofo sono abbastanza eterogenee in quanto, pur trovandosi sulla stessa pianta, presentano forme e caratteristiche diverse, che variano anche a seconda della tipologia del carciofo. I fiori sono riuniti in gruppi che formano un capolino a forma conica o cilindrica. Nella parte superiore i fiori presentano una corolla di colore blu- viola e hanno la forma di un calice. Il frutto del carciofo è un achenio di forma quadrata leggermente affusolato e di colore scuro.

Tote bag Cuore di Carciofi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,9€


Caratteristiche

Il carciofo è un prodotto naturale estremamente utilizzato in cucina. Il sapore inconfondibile e le diverse modalità di preparazione fanno sì che esso sia uno degli ortaggi più apprezzati in tutto il mondo. Con il carciofo è possibile cucinare degli ottimi primi, dei contorni, ma anche realizzare dei gustosissimi liquori. Quello che poche persone sanno, però, è che i carciofi hanno anche delle interessantissime proprietà curative. Il segreto sta ne suo cuore che è la parte più importante del carciofo e che presenta la maggiore concentrazione di nutrienti, sali minerali, e di altre sostanze assolutamente benefiche per il proprio organismo. Tra le sostanze più importanti presenti nel cuore del carciofo vi è la cinarina. Si tratta di una particolare sostanza che gli dona quell’inconfondibile sapore amarognolo, ma che è la maggiore responsabile delle proprietà benefiche del carciofo. Il cuore del carciofo è un concentrato di minerali quali fosforo, rame, zinco, manganese e sodio, inoltre è povero di vitamine, ma contiene alcuni particolari zuccheri che possono essere assunti senza alcun problema anche dai portatori di diabete, come la mannite e l’inulina.


  • Molte piante presentano proprietà straordinarie in grado di migliorare la salute e le prestazioni del proprio organismo. Non tutti conosciamo il grande potere curative di alcune specie vegetali, che v...
  • Come tutti sanno, gli italiani sono dei buongustai e spesso sono anche degli ottimi cuoci. La cucina della tradizione mediterranea è stimata in tutto il mondo e secondo alcuni illustri esperti, oltre ...
  • L’anice è una pianta aromatica estremamente apprezzata ed utilizzata in diversi campi, dalla cucina, alla omeopatia e al campo medico. Si tratta di una specie che ha origini molto antiche e il cui uti...
  • L’anice è una pianta aromatica estremamente conosciuta ed apprezzata in cucina. si tratta di una pianta che cresceva spontaneamente nelle lontane terre dell’oriente e del medio oriente, ma che è stata...

La Fattoria di Priscilla Cuori di Carciofi Sott'Olio - 270 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,46€


Proprietà

Il cuore di carciofo era utilizzato già dai popoli antichi come rimedio naturale contro alcune patologie che ne traevano dei visibili miglioramenti. Come già detto nel paragrafo precedente, la sostanze che è maggiormente responsabile delle proprietà curative del carciofo è la cinarina. Mangiare carciofi regolarmente, dunque, apporta notevoli benefici all’intero organismo e in particolare ad alcuni organi come il fegato. È importante, però specificare che la cottura del carciofo riduce il potenziale benefico di questo ortaggio per cui si consiglia di mangiarlo crudo per aumentarne i benefici. Il carciofo è consigliato da dietologi e medici per il suo potere diuretico e digestivo, inoltre esso ha consente di abbassare il livello di colesterolo nel sangue grazie alla presenza dell’inulina. Il carciofo è oggetto di numerosi studi scientifici in quanto è da accertare una sua presunta azione anti tumorale grazie alla sua ricchezza di sostanze anti ossidanti.


Cuore di carciofo: Come preparalo

Il cuore di carciofo presenta, dunque, numerose sostanze con proprietà curative e preventive. Ma vi sono anche alcune parti che normalmente vengono scartate come il gambo e le foglie esterne, che sono ugualmente ricche di sostanze utilissime al nostro organismo. Per trarne i migliori benefici anche da queste parti generalmente inutilizzate è possibile utilizzare dei metodi alternativa all’alimentazione. È possibile, infatti, fare degli infusi da filtrare e in seguito bere. Anche l’acqua in cui generalmente si mettono a bollire i cuori di carciofo, è ricca di principi attivi e di minerali che andrebbero perduti se gettati. La cosa migliore da fare in questo caso è quella di conservarla, magari filtrandola, e di utilizzarla per la preparazione di minestre o brodi. I cuori di carciofo sono adatti ad ogni tipo di persona. Non vi sono particolari effetti collaterali prodotti dalla loro assunzione. L’unica indicazione da seguire è di evitarli se si è incinte in quanto potrebbero rendere il latte materno leggermente amaro ed essere non tollerato dal neonato e potrebbero allo stesso tempo ridurne la produzione. Per tutti gli altri casi non si registrano particolari contro indicazioni. Ciò significa che pasta semplicemente scegliere la ricetta che più ci piace e consumarli regolarmente donando beneficio sia alle papille gustative che all’intero organismo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO