Sintesi delle proteine

Sintesi delle proteine

Le proteine sono delle macromolecole fondamentali per il nostro organismo. Esse sono molto numerose in quanto formano ogni parte di esso. Ogni cellula del nostro corpo è costituita da proteine, a partire da un unghia, un semplice capello, fino ai più complicati organi. Le proteine hanno una struttura molto varia e delle funzioni differenziate. Esse sono costituite da una serie di amminoacidi uniti tra loro attraverso dei legami peptidici. La variabilità delle catene di amminoacidi conferiscono un’identità differente a ogni proteina. Essendo queste unità minime molto numerose, le possibili combinazioni aventi come risultato una proteina, sono davvero molteplici. Dunque, le proteine sono costruite dall’organismo a partire dagli amminoacidi e il processo che porta alla nascita di una proteina è detto “sintesi proteica”. Il processo di sintesi delle proteine è alquanto complesso e intervengono attivamente i tre tipi di RNA: l’m-RNA, il t-RNA e l’r-RNA. Durante questo importante processo, una sequenza di nucleotidi viene trasformata in una catrena di amminoacidi, la quale forma la proteina. I tre tipi di RNA hanno un ruolo di primo piano in questa trasformazione. L’m-RNA (RNA messaggero) ha il compito di copiare l’informazione del DNA e la “trascrive” dal nucleo al citoplasma. Durante la fase successiva di “traduzione” , il t-RNA (RNS transfer) e l’r-RNA “traducono”, appunto il messaggio del inscritto sul primo tipo di acido nucleico, realizzando una serie di amminoacidi. In poche parole, è possibile sintetizzare dicendo che la sintesi proteica è il processo di trasmissione dell’informazione genetica dal DNA all’RNA fino alla realizzazione della proteina e che quest’ultima trasporta, dunque, il proprio corredo genetico.

100% whey protein professional - 2 libbre - cioccolato - nutrizione scitec

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,49€


La trascrizione

Il processo di sintesi proteica, ovvero quello che trasferisce l’informazione genetica dal DNA alla proteina passando per RNA, consta di diverse fasi ognuna delle quali vede protagonista uno dei tre diversi tipi di RNA. La prima fase è quella della trascrizione. In questa fase, si parte da un filamento di DNA dove, come tutti sanno, sono inscritte le informazioni genetiche. Il DNA, caratterizzato da una struttura a doppio filamento, viene aperto in un punto preciso e su una delle due parti interviene l’RNA polimerasi che copia l’informazione attraverso il sistema delle basi complementari appaiate. Dal DNA stampo si forma l’m-RNA. La catena appena formata entra nel citoplasma e si lega ai ribosomi, mentre il filamento di DNA ricomincia il medesimo processo o si riavvolge in una doppia elica, che è la sua forma tradizionale.


  • Le ossa e i muscoli nel corpo umano. Il nostro corpo ha la capacità di stare in piedi e a muoversi grazie a due importanti sistemi anatomici che collaborano strettamente l’uno con l’altro. Essi sono il sistema osseo e quello muscolare....
  • integratori naturali Benvenuti nella sezione del sito dedicata agli integratori naturali, una risorsa importante per l’integrazione della nostra dieta che ci consentono di riacquistare l’energia persa e di sentirci più in...
  • integratori di vitamine Gli integratori alimentari di vitamine sono supplementi fondamentali per combattere stress, invecchiamento e dare energia e vitalità al nostro organismo e sono tra i prodotti maggiormente pubblicizzat...
  • aminoacidi Una semplice ma molto efficace definizione che spiega cosa sono gli amminoacidi, li definisce come i mattoni che costituiscono i nostri muscoli, in modo più specifico sono le unità fondamentali per la...

Regolazione della Sintesi delle Proteine negli Eucarioti - Controllo della Tr...

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,2€


La traduzione

La seconda fase del processo di sintesi delle proteine è quello di “traduzione”. In questa fase, le informazioni genetiche inscritte sul filamento di m-RNA vengono tradotte in una sequenza di amminoacidi. Ogni sequenza da luogo a una proteina. La fase della traduzione si svolge all’interno del ribosoma che si presenta come diviso in due parti dette “sub unità”: in quella più piccola è presente un sito per il legame dell’m-RNA, mentre in quella più grande vi sono due siti per due molecole di t-RNA. Il t-RNA riconosce l’amminoacido che deve trasportare e, infatti, ognuna di queste molecole può portarne uno specifico. Nello specifico, il processo di traduzione avviene quando due codoni di m-RNA, ovvero due triplette di nucleotidi, si legano alla parti minore del ribosoma. In quella maggio resi legano, invece i due anticodoni del t-RNA. Il codone di inizio si lega con l’anticodone complementari e il secondo codone si lega al secondo anticodone attraverso dei legami peptidici. A questo punto il ribosoma si sposta si trasferisce su un altro codone dell’m-RNA e un nuovo processo di traduzione ha inizio fino alla creazione della proteina.


Ribosoma

Il processo finale di sintesi avviene nel ribosoma. Si tratta di un organulo fondamentale in quando è su questo sito che avviene la parte più delicata della formazione della proteina. Non è soltanto il sito della trasmissione dell’informazione genetica, ma anche il vero e proprio mezzo attraverso cui ciò avviene. Esso presenta due parti distinte, dette sub unità: una di dimensioni maggiori e una minore. Su quella minore vi sono i siti di legame dell’m-RNA, mentre su quello maggiore agiscono i quattro tipi di r-RNA. Il ribosoma è costituito da proteine e RNA. In ogni cellula vi sono i ribosomi, in particolare, all’interno del citoplasma. Esso può essere presente con le sub unità separate o unite in base al fatto che sia in corso o meno il processo di sintesi proteica. Generalmente, in un soggetto sano in cui non intervengono particolari eventi esterni il processo di sintesi dovrebbe avvenire in maniera semplice e efficace. Possono verificarsi, però delle situazioni in cui la creazione di una proteina può incontrare degli ostacoli e pregiudicare la formazione dell’importante macromolecola. In questo caso si può essere di fronte a casi di mutazione genetica. Altri fattori, possono invece bloccare, o meglio, inibire il processo.




COMMENTI SULL' ARTICOLO