Herpes genitale

Herpes genitale

L'Herpes simplex non colpisce solamente le labbra: può presentarsi anche nelle zone genitali, natiche comprese, causando disagi e fastidiosi sintomi. Riconoscerli è importante per potersi rivolgere ad uno specialista in grado di consigliare la terapia migliore per eliminare il problema ed evitare il contagio. L'herpes genitale ha origini virali e i primi sintomi compaiono, solitamente, circa una quindicina di giorni dopo l'avvenuto contagio. Sulla parte colpita iniziano a formarsi delle piccole bolle biancastre, che possono causare prurito e dolore. Tuttavia, l'herpes genitale può manifestarsi anche in aree non visibili e, in questo caso, sarà il dolore il primo segnale di contagio e di infezione in corso. Questo accade soprattutto nelle donne, che possono sviluppare l'herpes intorno alla zona inguinale ma anche all'interno della cervice uterina. Di difficile individuazione, per l'uomo, può invece essere la comparsa delle bolle dolorose nella zona intorno all'ano. Per intervenire con una cura adeguata e per evitare la diffusione dell'herpes, così come il contagio, è fondamentale la corretta diagnosi da parte del medico, che potrà prescrivere la cura più adatta per risolvere il problema ed evitare la sua successiva insorgenza. Se il problema viene trascurato, possono insorgere ulteriori sintomi come emicranie, dolori muscolari, dolore quando si deve urinare. Particolarmente grave risulta il contagio con la zona degli occhi, raro ma che può comportare gravi conseguenze, tra le quali la cecità.
Herpes genitale

Herpes: Genital Herpes and Oral Herpes: Symptoms, Diagnosis, Treatments, Pregnancy, Newborn, Preventions, Research

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,91€


Cause

Herpes genitaleL'herpes genitale è un disturbo che si trasmette tramite contagio e che ha origine virale: debellare completamente la presenza del virus è molto difficile e per questa ragione risulta ancora più importante una corretta prevenzione, in grado di limitare la diffusione del disturbo. Il contagio avviene con maggiore frequenza nel caso in cui l'infezione sia già in stadio avanzato e le bollicine, già formate, entrino in contatto con le mucose dell'altra persona. Tuttavia, è possibile che il contagio avvenga anche in una fase precedente, nelle due settimane circa di latenza del disturbo, quando nessun sintomo ha ancora rivelato la presenza dell'herpes. Il contagio è possibile tra persone dello stesso sesso, ma più diffuso da uomo a donna. Il rapporto sessuale è certamente una delle principali vie di contagio, ma non l'unica: esso può avvenire, anche se in casi più rari, anche tramite l'utilizzo condiviso di salviette ed asciugamani per le parti intime. In alcuni casi, il contagio può avvenire anche tramite le lenzuola o l'utilizzo dei sanitari da parte di una persona affetta da herpes e di una non affetta, che in questo modo può contrarre il virus.

  • influenza L'influenza è una malattia respiratoria acuta e infettiva causata da virus RNA della famiglia degli Orthomyxoviridae. È caratterizzata da sintomi sistemici come febbre non sempre presente, malessere ...
  • febbre Si parla di febbre quando la temperatura corporea sale al di sopra dei valori normali. Mantenere la temperatura entro i valori normali è molto importante per il nostro organismo perché permette ai var...
  • Herpes zoster L'herpes zoster, noto anche con il nome di Fuoco di Sant'Antonio, è di origine virale e appartiene allo stesso ceppo della varicella. In modo simile, coinvolge la pelle e può provocare arrossamento, g...
  • Un compito non da poco, ben difficile da raggiungere soprattutto se l’intenzione ultima è quella del raggiungimento di tutti e tre i punti prima citati in una sola volta. Più facile è se si scende a c...

Malattie del rene, delle vie urinarie e dell'apparato genitale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 115€


Rimedi naturali

L'herpes genitale deve essere accuratamente trattato, con una terapia farmacologica specifica, per evitare che si tramuti in una condizione cronica. Consultare un medico, dunque, è un passo fondamentale, ma accanto alla terapia farmacologica, sempre su approvazione del medico curante, è possibile abbinare anche l'utilizzo di alcuni prodotti naturali che possono aiutare ad alleviare i disturbi legati all'infezione in corso, come il dolore e il prurito. Per fare questo è possibile ricorrere a diversi tipi di erbe: le più comuni sono la melissa, la liquirizia, la camomilla: mentre i primi due possono svolgere anche un'azione antivirale, la camomilla può servire per ridurre il prurito. I prodotti più diffusi, in questi casi, sono sotto forma di capsule di estratto secco, da assumere per via orale. E' possibile anche effettuare impacchi con la camomilla, o con estratti d'olmo, per attenuare il prurito. In ogni caso, data la necessità di utilizzare anche prodotti farmacologici specifici, si consiglia di rivolgersi sempre al medico prima di intraprendere qualsiasi percorso di tipo naturale, per assicurarsi che non vi siano in atto interazioni con i medicinali assunti.


Buone abitudini

La prevenzione è molto importante per evitare di contrarre il virus dell'herpes genitale: la prima attenzione da mettere in atto è quella di evitare rapporti con persone che già presentano i sintomi conclamati della malattia. Nei casi in cui l'herpes sia ancora in fase latente, l'uso del preservativo aiuta a prevenire il contagio in circa il 50% dei casi. La fase caratterizzata dalla presenza di evidenti bolle sul corpo è quella più contagiosa, dunque in questa fase è consigliabile evitare qualsiasi contatto con le parti del corpo colpite da parte di soggetti sani. Anche condividere asciugamani e salviette per il corpo può essere una fonte di contagio, dunque un'abitudine da evitare. La coppia può convivere tranquillamente con la presenza di un solo individuo infetto, prendendo queste precauzioni. Per evitare il contagio da estranei, invece, è importante evitare il contatto con i sanitari quando si utilizzano bagni e servizi pubblici, cercando in questo modo di evitare di entrare in contatto con superfici con le quali potrebbe essere entrata in contatto anche una persona infetta. Dopo aver utilizzato un bagno pubblico, lavarsi sempre accuratamente le mani per allontanare virus e germi.




COMMENTI SULL' ARTICOLO