Tintura madre propoli

Cos’è

Quando si è affetti dai comuni malanni stagionali è inutile sovraccaricarsi di medicinali che spesso sono troppo aggressivi per l’organismo. Soprattutto per i bambini e gli anziani è importante conoscere dei rimedi alternativi meno invasivi che, magari, esercitano un’attività preventiva e proteggono il corpo in modo da evitare il più possibile l’insorgere di disturbi e patologie. Uno dei rimedi naturali più interessanti da questo punto di vista è la propoli. La propoli è una sorta di resina completamente naturale prodotta dalle api. Essa deriva da un processo estremamente elaborato che le api compiono, raccogliendo resina da corteccia di alberi e piante e da gemme e in seguito mescolandola con l’aggiunta di altri prodotti da loro elaborati e raccolti come cera, polline e alla loro saliva. Il prodotto ottenuto ha, per l’appunto, la consistenza di una resina dal odore molto deciso e il colore che varia dal giallo al nero. Un lavoro così certosino non può che dar luogo ad un prodotto di grande utilità e completamente naturale. Il valore della propoli è conosciuto in ogni luogo ed era già noto nell’antichità, quando veniva comunemente utilizzato come antibiotico naturale.

TINTURA MADRE DI RESINA DI PROPOLI – 60 ML. Propoli purissima per la tua gola, ricca di preziosi nutritivi. Tintura madre a base di resina di propoli super concentrata (1:10), al 100% naturale e analcolica. Adatta anche a donne in gravidanza e bambini e notificata al Ministero della Salute Italiano.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Caratteristiche

Uno dei maggiori concentrati di questa sostanza è la tintura madre di propoli che può essere utilizzata come preparato puro o come base per altre preparazioni fitoterapiche o farmaceutiche. La tintura madre è un preparato ottenuto dalla macerazioni della droga in particolari solventi, che variano a seconda della droga da cui estrarre i principi attivi e che hanno proporzioni ben precise. Nel caso specifico, la tintura madre di propoli viene messa a macerare in un solvente formato da acqua e alcol per un periodo di tempo di circa 10 o 15 giorni. Grazie a questo processo la sostanza immersa nel solvente lascia i suoi principi attivi che si potenziano e si conservano maggiormente grazie all’azione dell’alcol. La tintura madre di propoli è un concentrato di sostanze nutritive e ottime per l’organismo: oltre a tante vitamine del gruppo B,C, E vi sono anche numerose sostanze che svolgono una funzione antibiotica come i bioflavonoidi. La tintura madre si presenta allo stato liquido ed infatti viene acquistato, generalmente, in boccettine con conta goccia.


  • Contenitori con diversi tipi di tinture madre Le tinture madri sono delle preparazioni liquide che vengono usate cosi come sono state prodotte, ma vengono utilizzate anche per la preparazione di prodotti omeopatici (classificazione alla quale non...
  • Le piante officinali sono delle fonti inesauribili di principi attivi utili a combattere numerose patologie e disturbi sia mentali che fisici. Come tutti sanno l’omeopatia o la fitoterapia sono delle ...
  • Nel corso dei secoli i rimedi per guarire da lievi disturbi o da qualsiasi tipo di patologie sono evoluti enormemente. Se nel passato gli unici rimedi possibili derivavano dalla natura, ed erano compl...
  • Chi ama vivere naturalmente non può che abbracciare questa filosofia anche in campo medico. Forse, non c’è nulla di più aggressivo ed invasivo di alcuni farmaci e il fatto di poterli sostituire, il pi...

HERING PROPOLIS TINTURA MADRE 125 ml - Qualità Farmaceutica -

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,7€


Proprietà

La tintura madre di propoli è un concentrato di tutte le miracolose proprietà di questa nota resina. Oltre al potere antibiotico, di cui si è già detto, essa presenta anche proprietà antiinfiammatorie, cicatrizzanti, antivirali, immunostimolanti e tanto altro ancora. In particolare, l’uso che si fa maggiormente della propoli è legata all’attività preventiva dei cosiddetti malanni stagionali che colpiscono soprattutto anziani e bambini. Febbre, tosse, mal di gola e influenza sono combattute dall’interno col la propoli che contrastano a monte questi disturbi o addirittura ne prevengono l’insorgere se assunto in maniera preventiva prima di una certa stagione. La propoli ha una sua efficacia anche per combattere l’herpes nella zona del cavo orale.


Quando assumerla

Per i classi malanni legati ai periodi dell’anno più freddi, come raffreddore, mal di gola e febbre, la propoli può essere assunta quando la malattia è in corso con lo scopo di debellarla in maniera naturale. L’assunzione è estremamente semplice in quanto la boccetta di tintura madre presenta, generalmente, un contagocce. Basta prendere poche gocce di concentrato di propoli diluite in acqua o pure, versandole, magari, su un cucchiaino. Lo stesso può avvenire in caso di herpes e micosi di diverso tipo, ma in questi casi, è più consigliabile compiere dei gargarismi o degli sciacqui. La tintura madre di propoli, però, è estremamente efficace anche come rimedio preventivo. Prima dell’arrivo dell’autunno e dell’inverno, infatti, è possibile cominciare un ciclo di propoli da assumere ogni giorno in via preventiva. Essendo un preparato naturale non può far male, se non se ne fa chiaramente un abuso, ma agisce sull’organismo proteggendolo e preparandolo ad affrontare i mesi più freddi, umidi e “rischiosi” con una protezione in più. La cura preventiva di tintura di propoli è consigliabile soprattutto nei bambini e negli anziani che sono i soggetti maggiormente toccati dai malanni stagionali. Ciò deve avvenire soprattutto se si è affetti già da patologie.


Tintura madre propoli: Modalità di assunzione e effetti collaterali

La quantità di tintura madre di propoli che si consiglia varia intorno alle 20 gocce. Si tratta di un preparato estremamente concentrato per cui è bene non eccedere nella quantità. Il momento più favorevole a questo tipo di somministrazione è dopo i pasti in quanto si tratta di un preparato idroalcolico. Con il sopraggiungere di un eventuale malanno è bene cominciare l’assunzione della propoli già ai primi sintomi. Se dopo diversi cicli di tintura madre, la malattia non regredisce è bene consultare il medico e valutare metodi di guarigioni alternativi. Per quanto riguarda gli effetti collaterali, non vi sono casi particolari. Tuttavia è bene accertarsi di non essere allergici alla sostanza, e di interrompere eventualmente il ciclo se si notano degli inconvenienti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO