Potassio

Il potassio

Il potassio è in minerale importante per il corretto funzionamento cellulare e svolge alcune funzioni specifiche molto delicate: si occupa di regolare la ritmicità del cuore, l'eccitabilità neuromuscolare delle cellule, la pressione osmotica e la ritenzione idrica. La sua assunzione avviene solitamente attraverso l'alimentazione, ma in caso di carenza è possibile ricorrere ad integratori specifici. Tuttavia, le carenze di potassio sono rare in chi conduce uno stile di vita sano, perché la sua introduzione attraverso il cibo è tale da coprire ampiamente il fabbisogno giornaliero. Il nostro organismo è in grado di regolare molto bene le quantità di potassio assunte, soprattutto quando si tratta di eliminare gli eccessi: assorbito nell'intestino, il potassio in eccesso viene eliminato grazie ai reni e attraverso le vie urinarie. Il nostro corpo, però, non è in grado di svolgere la funzione opposta, ovvero di trattenere il potassio per farne scorta: ecco perché, all'interno di una dieta poco equilibrata, possono verificarsi delle carenze sulle quali intervenire con integratori e una correzione delle abitudini alimentari.
Potassio

Potassio 200mg / 100 tavolette

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,51€


Carenza ed eccesso di potassio

PotassioCome visto, la carenza di potassio è in realtà una condizione rara in assenza di patologie o disturbi collaterali, mentre è più frequente superare le dosi necessarie nell'arco della giornata. Tuttavia, nella maggior parte dei casi anche questo non costituisce un problema, dal momento che i reni sono in grado di smaltire efficacemente le quantità in eccesso. Questo vale soprattutto nel caso di un'alimentazione vegetariana o vegana, che comporta un maggiore quantitativo di potassio rispetto ad una dieta onnivora. Ad ogni modo, vi sono alcune condizioni che possono generare una carenza di potassio: l'assunzione di diuretici, una sudorazione molto intensa e magari legata ad un'attività fisica prolungata possono provocare una carenza, alla quale porre rimedio attraverso integratori specifici. Ad andare maggiormente incontro a carenze sono, quindi, le persone che praticano attività fisica intensa o a livello agonistico. Per riconoscere una eventuale carenza di potassio, si deve prestare attenzione ad alcuni sintomi che possono far da spia, soprattutto se presenti in concomitanza: debolezza, astenia, crampi muscolari, insonnia, stitichezza e ritenzione idrica, battito cardiaco irregolare e insorgenza di edemi possono segnalare un apporto insufficiente di potassio.

  • Il nostro organismo lavora in maniera equilibrata e sicura fino a che non interviene qualche fattore che ne limita le capacità. Sostanze come vitamine, amminoacidi, Sali minerali ed altre ancora gioca...
  • integratori naturali Benvenuti nella sezione del sito dedicata agli integratori naturali, una risorsa importante per l’integrazione della nostra dieta che ci consentono di riacquistare l’energia persa e di sentirci più in...
  • acido folico Benvenuti nella sezione dedicata all’acido folico, una vitamina del gruppo B molto raccomandata durante il periodo della gravidanza per la salute del nascituro. La vitamina B, in particolare la vitam...
  • propoli Benvenuti nella sezione dedicata alla propoli, una sostanza costituita essenzialmente da resine, balsami e cere che viene raccolta dalle api ricavandola dalle gemme e dalla corteccia delle piante. Ma ...

Pure Science Potassio da 99mg Derivato dal Gluconato di Potassio da 595mg - Favorisce la Salute Cardiovascolare, Regola la Pressione Sanguigna, Mantenimento di Ossa e Muscoli - 100 Capsule Vegetariane

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,3€


Alimenti ricchi di potassio

Intervenire contro la carenza di potassio è possibile in modo rapido ed efficace su due fronti: da una parte arricchendo la dieta con alimenti che lo contengono in grandi quantità, dall'altro intervenendo tramite l'utilizzo di integratori specifici. Il potassio si trova prevalentemente in alimenti di origine vegetale e questo spiega perché i suoi livelli sono mediamente più elevati nei vegetariani. Per aumentare l'apporto di potassio si possono consumare patate, banane, frutta secca, legumi, frumento, cioccolato fondente, pomodori e cavoli, avocado. Conoscere il contenuto di potassio dei vari alimenti è importante anche per chi, invece, presenta livelli molto alti: in questo caso, infatti, sarà necessario intervenire cercando di limitarne il consumo. Tale regola diventa ancora più stringente per le persone affette da disfunzioni renali: essendo i reni i responsabili dell'eliminazione del potassio in eccesso, un loro affaticamento o un funzionamento scorretto potrebbero rendere più difficile l'eliminazione di questo minerale, provocandone un accumulo dannoso. Questi alimenti possono avere efficacia anche nel breve termine, soprattutto se la carenza di potassio si lega ad un periodo momentaneo, ad esempio dopo un'intensa sessione di attività fisica. In caso di necessità rapida, ad ogni modo, è consigliabile ricorrere direttamente ad un integratore salino, che potrà ripristinare i livelli di potassio e delle altre sostanze minerali in brevissimo tempo.


Potassio: Integratori di potassio

Gli integratori di potassio sono importanti quando è necessario integrare questo prezioso minerale in tempi brevi, andando a sostituire il più lento accumulo che avviene attraverso le fasi finali della digestione. Gli integratori possono contenere solo potassio, oppure, più frequentemente, essere pensati per coprire l'intera gamma dei sali minerali utili al corretto funzionamento del nostro organismo. Questo tipo di integratore è pensato soprattutto per le persone che svolgono attività fisica e che, attraverso la sudorazione, possono subire perdite rapide di sali minerali, necessitandone la rapida integrazione. Una corretta integrazione è molto importante per evitare che le carenze, protratte nel tempo, portino a problemi anche importanti, come l'insufficienza renale. Tuttavia, è importante anche non sovraccaricare di lavoro i reni attraverso un'integrazione eccessiva: per questa ragione è bene farsi consigliare dal proprio medico riguardo le modalità e le quantità di assunzione, in linea con il proprio stile di vita o con il tipo di allenamento.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO