Integratori amminoacidi

Cosa sono

Il nostro organismo per poter funzionare ha bisogno di una serie dio sostanze prodotte direttamente dal nostro corpo o assunte dall’esterno attraverso, ad esempio, l’alimentazione. Tra queste sostanze alcune delle più importanti sono gli amminoacidi. Cosa sono gli amminoacidi? Gli amminoacidi possono essere immaginati come i mattoncini che compongono le proteine, ovvero, le unità fondamentali di ogni proteina. Delle sequenze di amminoacidi uniti tra loro da dei legami peptidici formano una proteina. Tali legami vengono sciolti a livello dello stomaco e dell’intestino (il duodeno) e ogni amminoacido arriva all’intestino tenue per essere assorbito dall’organismo. L’amminoacido è costituito da un gruppo COOH (gruppo carbossilico) e un gruppo NH2 (gruppo amminico). Esistono diversi tipi di amminoacidi e la loro differenza, dal punto di vista chimico, sta nella presenza di un residuo (R) che forma la catena laterale dell’amminoacido.

BCAA Compressa 1000mg - 425 Compresse - Dose Giornaliera 3000mg - Scorta Per 141 Giorni - Integratore Di Amminoacidi A Catena Ramificata 2:1:1 Con Aggiunta Di Vitamina B6 - BCAA Prodotti In UK - Gli Ingredienti Includono L-leucina, L-isoleucina, L-valina E Vitamina B6 Xellerate Nutrition

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,97€
(Risparmi 20,81€)


Tipi di amminoacidi

In natura esistono numerosi tipi di amminoacidi ma soltanto venti di essi intervengono nell’importante processo di sintesi proteica. Gli amminoacidi utilizzati dall’organismo possono essere distinti in due gruppi principali: gli amminoacidi essenziale e quelli non essenziali. Le unità appartenenti al primo gruppo non vengono sintetizzati dall’organismo in una misura sufficiente al suo fabbisogno. I principali amminoacidi essenziali sono l’isoleucina, la fenilalanina, la metionina, la laucina, la lisina e altri. Dalla metioniana e la fenilalanina vengono sintetizzati due amminoacidi semiessenziali: la cisteina e la tirosina. Oltre alle due principali categorie di amminoacidi ne esiste una terza quella dei condizionatamente essenziali come la taurina, l’arginina, la glicina, la prolina e la glutammina. Gli amminoacidi essenziali sono prodotti dal fegato circa l’80% di essi sono essenziali per la salute dell’organismo. Gli amminoacidi non essenziali, invece, vengono assunti per via esterna in quanto non sono prodotti direttamente dall’organismo. La via più diretta è, chiaramente, l’alimentazione. La mancanza di queste importanti particelle può procurare dei gravi danni alla salute e in alcuni casi può portare all’insorgere di gravi patologie.


  • integratori naturali Benvenuti nella sezione del sito dedicata agli integratori naturali, una risorsa importante per l’integrazione della nostra dieta che ci consentono di riacquistare l’energia persa e di sentirci più in...
  • acido folico Benvenuti nella sezione dedicata all’acido folico, una vitamina del gruppo B molto raccomandata durante il periodo della gravidanza per la salute del nascituro. La vitamina B, in particolare la vitam...
  • pappa reale In questa sezione ci occuperemo delle svariate proprietà benefiche della pappa reale, un integratore alimentare che può essere assunto da chiunque di noi stia vivendo un periodo di sovraffaticamento f...
  • propoli Benvenuti nella sezione dedicata alla propoli, una sostanza costituita essenzialmente da resine, balsami e cere che viene raccolta dalle api ricavandola dalle gemme e dalla corteccia delle piante. Ma ...

Solgar Lisina Simplex Integratore Alimentare a Base di Amminoacidi - 50 Capsule Vegetali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,95€
(Risparmi 4,85€)


Integratori

È importante verificare costantemente il proprio stato di salute e intervenire con degli accertamenti più approfonditi laddove vi siano degli strani sintomi. Sono diversi i fattori che causano una carenza di amminoacidi. In particolare gli amminoacidi essenziali, quelli più importanti per il nostro organismo, possono essere carenti a causa di uno stile di vita sregolato e malsano. La perdita di peso ingiustificata, lo stress fisico e psicologico della frenetica vita di tutti i giorni, l’utilizzo di alcol e fumo possono essere i principali fattori della carenza degli amminoacidi. Inoltre, un malassorbimento di amminoacidi può essere causato anche da una dieta povera di vitamine e minerali. Nel caso di quelli essenziali è necessario provvedere a reintegrarli per scongiurare, come anticipato precedentemente, l’insorgere di gravi patologie. Nei casi di carenza di amminoacidi, dunque, si possono assumere degli integratori esterni nella forma di polvere o compresse acquistabili in farmacia o in negozi autorizzati. È importante, al momento dell’acquisto, verificare la qualità e la garanzia di questi prodotti. Questi integratori si presentano in due forme; D-Form e L-Form. La L-Form è di origine vegetale e animale e dunque, più compatibile con l’organismo. Quando si acquistano questo tipo di integratori è fondamentale verificarne, oltre alla qualità, anche la provenienza. Purtroppo, si tratta di integratori molto pubblicizzati per cui è necessario scindere i prodotti da quelli con una valenza scientifica e quelli che derivano da semplici operazioni di mercato. Per avere le idee più chiare a proposito è necessario leggere attentamente l’etichetta in cui sono riportare, generalmente, tutte le informazioni di cui si ha bisogno. È necessario che sia riportata la dicitura GMP che indica la provenienza delle materie prime e che siano in possesso del certificato COA.


Integratori amminoacidi: Come assumerli

Con delle opportune indagini, è necessario verificare di quale amminoacido il proprio organismo è carente e provvedere a reintegralo con degli integratori esterni, in quanto non sempre l’alimentazione interviene positivamente quando si tratta di carenze gravi. Gli integratori si assumono una o più volte al giorno secondo le indicazioni del medico e sono dei rimedi pratici e veloci. Generalmente, si acquistano nella forma di polvere o di compresse da scegliere o su prescrizione medica o in base alle proprie esigenze. È importante non fare di testa propria ma di verificare con l’aiuto di un medico le eventuali carenze e soprattutto la dose di integratore opportuna per ripristinare in poco tempo una situazione di equilibrio. Gli integratori sono facilmente reperibili in commercio, in genere, recandosi presso farmacie o altri punti vendita specializzati. I costi e la qualità dei prodotti dipendono dai diversi marchi e dalle aziende produttrici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO