Acido folico gravidanza

Premessa

La gravidanza è, come ben si sa, un periodo estremamente bello per una donna, ma allo stesso tempo, molto delicato in quanto non bisogna badare soltanto a sé stessi, ma bisogna tutelare anche un’altra vita, quella che cresce lentamente all’interno di sé. Oltre alla gioia del momento, però, è importante in questo delicato periodo della vita, prestare maggiore attenzione al proprio stile di vita a cominciare dalla dieta. Generalmente, bisognerebbe sempre seguire uno stile di vita sano e corretto che consiste principalmente in un regime alimentare corretto a base di tutti gli alimenti sani e di quantità corrette, il tutto abbinato a della ginnastica o, in generale, a dell’attività motoria. Spesso, però, ci si trascura e si tende a mangiare tutto ciò che si desidera senza badare alla propria linea e alla propria salute e conducendo una vita pressoché sedentaria. In gravidanza, una donna deve riguardarsi e fare tutto il possibile per stare bene perché anche da ciò dipenderà la salute del proprio figlio. La gravidanza è una fase di cambiamento del corpo della donna che, si prepara ad accogliere un’altra vita e che lo mette “a disposizione” per il proprio bambino. Una delle attività principali come l’alimentazione, ad esempio, avviene attraverso quella della madre. È per questo che è fondamentale lo stato di salute della donna incinta in quanto si riversa sul quello del futuro nascituro. Proprio lo sforzo maggiore che una donna gravida deve affrontare e la maggiore sollecitazione del proprio corpo produce un indebolimento dell’organismo che necessità di integratori capaci di fornire le sostanze adeguate al proprio fabbisogno giornaliero.

Colours Of Life Acido Folico, 120 Compresse da 350 Mg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,18€
(Risparmi 2,72€)


Cos’è

Tra le varie carenze che possono verificarsi durante il periodo della gravidanza vi è anche quello dell’acido folico. L’organismo, infatti, ha un maggiore bisogno di alcune sostanze che occorre integrare con un’alimentazione mirata o con degli integratori. L’acido folico è fondamentale in questo periodo, ma l’apporto consigliato normalmente non è sufficiente durante il periodo di gravidanza, per questo motivo occorre aumentarne il fabbisogno giornaliero. L’acido folico è una vitamina, ed infatti è anche conosciuto come vitamina B9. Dal latino folico, Folium, si riferisce alle foglie e non a caso i maggiori alimenti contenenti questa vitamina sono alcuni vegetali. In linea di massima, però, non solo le verdure posseggono B9, ma anche altri alimenti di consumo quotidiano. Spesso i termini acido folico e folati sono utilizzati come sinonimi ma occorre fare attenzione. L’acido folico, infatti, è la forma più lavorata della vitamina in questione ed è difficile che venga prodotta naturalmente, di solito, infatti, è prodotta in laboratorio e viene utilizzata proprio per donare dei supporti vitaminici alle donne in gravidanza.


  • pappa reale In questa sezione ci occuperemo delle svariate proprietà benefiche della pappa reale, un integratore alimentare che può essere assunto da chiunque di noi stia vivendo un periodo di sovraffaticamento f...
  • propoli Benvenuti nella sezione dedicata alla propoli, una sostanza costituita essenzialmente da resine, balsami e cere che viene raccolta dalle api ricavandola dalle gemme e dalla corteccia delle piante. Ma ...
  • fermenti lattici I fermenti lattici non sono altro che una serie di microrganismi, batteri e/o lieviti, che favoriscono il riequilibrio della flora intestinale, il rafforzamento delle difese immunitarie e altre funzio...
  • Il nostro organismo è una macchina perfetta che produce da sé molte delle sostanze di cui ha bisogno. Per via di fattori genetici o esterni, può accadere di riscontrare delle carenze o di aver maggior...

Acido Folico (Vitamina B9) 400mcg|360 Compresse utile in gravidanza e aiuta il cuore e mantiene bassi i livelli di omocisteina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Come integrarlo

L’acido folico può essere integrato, durante la gravidanza, attraverso alcuni alimenti che, come detto precedentemente ne fornisce una piccola quantità. È possibile trovare l’acido folico nell’insalata, carciofi, ma anche il lievito do birra, le uova, i legumi e così via. Per quanto, a volte, ,mangiamo verdure e alimenti ricchi di acido folico, spesso tutte le ottime proprietà vengono spazzate via a causa del processo di cottura dei cibi. Anche consumare le verdure dopo molti giorni dall’acquisto può provocare una perdita delle proprietà nutritive. Ciò che si consiglia per integrare con l’alimentazione l’acido folico è di consumare immediatamente dopo l’acquisto della verdura e di non cuocerlo o quantomeno di farlo cuocere troppo. Anche il vizio del fumo, la dipendenza da alcool, oltre che la gravidanza possono rendere necessario un incremento della percentuale di acido folico da aggiungere ogni giorno. Anche alcuni medicinali possono provocare una carenza di acido folico che occorrerà integrare.


Quando assumerlo

L’integrazione di acido folico nelle donne incinte, o in generale nei casi di carenza di questo tipo di olio, può avvenire consumando un maggiore quantitativo di frutta e verdura che fresche e non cotte o cotte al punto giusto. Durante il periodo della gravidanza una donna ha bisogno di maggiore acido folico, oltre che di tante altre sostanze perché vi è un maggiore utilizzo di questa vitamina responsabile della riproduzione cellulare. L’acido folico, infatti, ha il compito di sintetizzare il dna, l’emoglobina e tante altre sostanze.


Acido folico gravidanza: Fabbisogno giornaliero

Alcuni studi affermano che vi sia un certo pericolo nell’assunzione di maggiore quantitativi di acido folico, ma l’importante è non eccedere e avere dei comportamento dignitosi. Il pericolo consisterebbe nell’aumento di malattie del bambino. Il rischio consisterebbe nella chiusura del tubo neurale, ma con la professionalità del dottore riuscirò a risolvere il problema. In gravidanza, soprattutto prima del parto è bene consumare circa 400 µg (400 mcg = 0,4 mg) di acido folico ogni giorno. Ciò può avvenire con la verdura fresca, come raccomandato precedentemente, e con l’alimentazione. È meglio non eccedere nelle dosi in quanto potrebbero esserci dei problemi di salute per il nascituro.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO