acido folico controindicazioni

Premessa

Il nostro organismo è una macchina perfetta che produce da sé molte delle sostanze di cui ha bisogno. Per via di fattori genetici o esterni, può accadere di riscontrare delle carenze o di aver maggiore bisogno di specifiche sostanze in periodi particolari della vita. L’acido folico è tra le sostanze più importanti di cui si serve il nostro organismo, si tratta di una vitamina, infatti, è anche conosciuto come vitamina B9, e si trae principalmente da alcuni alimenti come verdure, lievito di birra ed altri ancora. L’acido folico interviene nella riproduzione cellulare e per questo è una vitamina indispensabile durante la gravidanza. In questa importante fase della vita, la donna può integrare il proprio apporto di acido folico con degli integratori. La vitamina B previene alcune malformazioni come la spina bifida, ma è indispensabile anche per le persone che soffrono di patologie cardiovascolari. In linea di massima, dunque, l’acido folico è una vitamina di grande utilità per l’organismo ma come ogni sostanza anche il suo eccesso può creare dei danni. Come ben si sa, non esistono sostanze totalmente positive e altre totalmente negative. Il loro impatto e l’entità dei loro benefici sull’organismo dipendono dall’utilizzo che se ne fa e dalla quantità che se ne assume.

Canottiera da uomo senza maniche Double Shocker (Medium Nero Oro)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,96€


Dosi consigliate

In genere, l’acido folico è descritto come una vitamina idrosolubile e sicura, priva di effetti collaterali. In linea di massima è così, ma in natura non esistono sostanze prive di qualsiasi controindicazione. Anche il semplice consumo eccessivo di una sostanza può avere delle conseguenze non buone sull’organismo. Anche l’acido folico, dunque, per quanto sia indispensabile e utile all’organismo può presentare degli effetti indesiderati. Come ogni integratore, anche l’acido folico presenta delle dosi consigliate che hanno lo scopo di prevenire il sovradosaggio. Se assunta nelle dosi prestabilite si può essere sicuri di non andare incotro ad alcun tipo di problema. Un normale adulto dovrebbe assumere circa 200-300 mcg (microgrammi o µg) di acido folico. Come detto precedentemente, una donna in gravidanza ha bisogno di un maggior apporto di vitamina B9 per cui il suo fabbisogno quotidiano si aggira intorno ai 400 mcg. Anche la fase dell’allattamento è una fase delicata per la donna e per il nascituro e ciò fa sì che anche in questo caso l’apporto di acido folico debba essere superiore alle dosi standard ma leggermente inferiore alla dose prevista per il periodo di gravidanza. Il fabbisogno quotidiano di una donna in fase di allattamento, infatti, è di circa 350 mcg. Se un adulto è affetto da malattie cardiovascolari, infine, avrà bisogno di un apporto di acido folico superiore, stimato intorno ai 400-1000 mcg al giorno. Queste dosi sono quelle consigliate, ma è chiaro che ogni caso deve essere valutato a sé e sarà il proprio medico curante a stabilire il fabbisogno corretto di acido folico.


  • pappa reale In questa sezione ci occuperemo delle svariate proprietà benefiche della pappa reale, un integratore alimentare che può essere assunto da chiunque di noi stia vivendo un periodo di sovraffaticamento f...
  • propoli Benvenuti nella sezione dedicata alla propoli, una sostanza costituita essenzialmente da resine, balsami e cere che viene raccolta dalle api ricavandola dalle gemme e dalla corteccia delle piante. Ma ...
  • fermenti lattici I fermenti lattici non sono altro che una serie di microrganismi, batteri e/o lieviti, che favoriscono il riequilibrio della flora intestinale, il rafforzamento delle difese immunitarie e altre funzio...
  • La gravidanza è, come ben si sa, un periodo estremamente bello per una donna, ma allo stesso tempo, molto delicato in quanto non bisogna badare soltanto a sé stessi, ma bisogna tutelare anche un’altra...

N4552 T-shirt da uomo Double Shocker (X-Large Bianco Magenta)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,96€


Effetti collaterali da sovradosaggio

Le donne in stato di gravidanza devono stare particolarmente attente alle dosi prescritte dal medico in quanto un sovradosaggio potrebbe essere pericoloso non solo per la propria salute ma soprattutto per quella del proprio figlio. Nei bambini nati in seguito a un’assunzione eccessiva di acido folico durante la gravidanza sono stati riscontrati alcuni problemi di salute in particolare alle vie respiratorie come un’importante incidenza di asma. In un adulto normale, un maggiore dosaggio di acido folico, che superi le dosi consigliate ovvero i 400 mcg, sono stati riscontrati una serie di effetti collaterali che variano a seconda dell’entità del sovradosaggio. Se il quantitativo di acido folico supera i 400 mcg al giorno ma è comunque inferiore ai 1000 mcg non si riscontrano gravi complicanze. Al contrario, se la dose supera i 1000 mcg al giorno si possono verificare effetti collaterali come patologie alla pelle che vanno dal semplice arrossamento, al prurito, fino all’eritema, alopecia, umore altalenante, nausea, crampi, insonnia, diarrea, perdita di zinco, disturbi al sistema nervoso centrale nei casi più gravi, e tanti altri.


acido folico controindicazioni: Effetti collaterali da interazione

Gli effetti collaterali dell’acido folico possono intervenire anche per l’interazione con altri farmaci o sostanze. Coloro che utilizzano farmaci che abbassano la pressione arteriosa devono utilizzare delle dosi ben definite di acido folico, chiaramente prescritte dal medico, in quanto anche la vitamina B9 ha la stessa proprietà. Se si fa uso di aspirina bisogna stare ben attenti ad assumere anche l’acido folico in quanto le due sostanze fanno interazione. La vitamina B9 infatti può invertire l’azione dell’aspirina e annullarne gli effetti terapeutici. Nei pazienti diabetici, l’utilizzo dell’acido folico deve essere ben calibrato. Una delle azioni di questa sostanza, infatti, è quella di abbassare il livello di glucosio nel sangue. Questi e tanti altri effetti collaterali sono legati all’utilizzo dell’acido folico. Come ogni sostanza, dunque, anche la vitamina B9 possiede delle proprietà terapeutiche, ma se utilizzato in maniera errata o in abbinamento ad altre sostanze o altri farmaci può produrre degli effetti collaterali anche gravi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO