Parodontite

Sintomi e cause

La parodontite è una infiammazione che colpisce i tessuti gengivali più vicini ai denti: gli effetti che ne derivano non riguardano soltanto la sfera estetica, ma anche la salute delle gengive e dei denti. La parodontite può provocare, infatti, infiammazione dolorosa, sanguinamento gengivale, alito cattivo, mobilità dei denti. Il ritiro delle gengive, infatti, può provocare mobilità dei denti e la loro successiva caduta: il disturbo deve essere contrastato sin dalle sue fasi iniziali, proprio per evitare di dover intervenire, in seguito, nella stabilizzazione o ricostruzione dei denti. La parodontite provoca il verificarsi di un fenomeno che, in parte, è legato all'invecchiamento e non sempre completamente contrastabile, ma può comparire anche in età precoce, in particolare a causa di cattive abitudini e una scarsa cura. Ignorare il disturbo significa permettergli di peggiorare con tempi accelerati e con conseguenze difficili da contenere in seguito. Le cause della parodontite possono essere diverse, talvolta concomitanti: se è vero che si può fare poco nei confronti della predisposizione genetica, diverso è il caso delle buone abitudini e dell'accurata igiene quotidiana, che può evitare la diffusione di germi e batteri. La parodontite, una volta manifesta, può rendere meno efficace anche la pulizia corretta: il ritirarsi delle gengive, infatti, si traduce nell'esposizione di zone nelle quali si possono annidare germi e batteri, dando origine a infezioni secondarie che possono peggiorare ulteriormente lo stato di salute dei denti e delle gengive. Una possibile causa della parodontite, inoltre, può essere la presenza di carie non curate, che dopo aver intaccato il dente provocano l'infiammazione della gengiva: la prevenzione, quindi, passa anche attraverso i periodici controlli dentistici.
Parodontite

BIOEARTH - Dentifricio Gengivale con Bergaseed - Contro la Parodontite - Limita il Sanguinamento Gengivale - Vegan - 75 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


Rimedi naturali

ParodontiteLa parodontite deve essere seguita nelle sue evoluzioni per poter monitorare sempre lo stato regressivo o progressivo: la parodontite e tutti i suoi sintomi possono però essere tenuti sotto controllo anche attraverso il ricorso a metodi naturali, in grado di agire in modo positivo senza svolgere un'azione aggressiva. Evitare la parodontite significa proteggere denti, ossa e gengive: una corretta prevenzione è ancor più importante della successiva cura in caso di cattiva igiene e scarsa cura. Le buone abitudini non riguardano soltanto la pulizia: l'alimentazione svolge un ruolo preponderante nella difesa contro la parodontite. Alcuni alimenti, in particolare, possono aggravare i sintomi, pertanto il loro consumo può opporsi all'effetto di altre cure in corso se il disturbo è già manifesto. Tra gli alimenti più irritanti e aggressivi si trovano gli zuccheri, le farine bianche e derivati, i prodotti ricchi di dolcificanti, di coloranti e di edulcoranti. Anche caffeina e alcol aggravano lo stato di salute dei denti e delle gengive, pertanto andrebbero evitati nel caso di parodontite, così come il fumo, che rivela effetti molto aggressivi nel tempo nei confronti dei denti e delle gengive.

  • Piorrea La piorrea, nota anche come parodontite, è un disturbo che colpisce le gengive e i tessuti molli della bocca, comportando la progressiva esposizione dei denti e della loro radici. Tale disturbo, se no...
  • L'apparato digerente L’apparato digerente è quello che ci permette di introdurre, digerire ed espellere i cibi da cui l’organismo trae l’energia per espletare le proprie funzioni. Si può dire che è su questo apparato che ...
  • Sbiancamento dentale Eseguito dal dentista, il trattamento di sbiancamento dentale può avere costi non indifferenti: questa, però, non è l'unica via per migliorare la qualità dello smalto dei proprio denti. Esistono molti...

Parodontites sévères et orthodontie

Prezzo: in offerta su Amazon a: 80€


Alimentazione

Evitare gli alimenti che irritano le gengive e i denti, rendendole più facili prede della parodontite e delle infezioni secondarie che si possono sviluppare, non è l'unica arma a disposizione per difendersi da questa malattia infiammatoria. Alcune erbe risultano benefiche e possono essere assunte sotto forma di infuso o tisana: è il caso della camomilla, della calendula e della salvia, che possono favorire la protezione dalle infezioni o la loro riduzione. Le stesse erbe possono essere utilizzate anche sotto forma di collutorio, per una igiene orale quotidiana. Arricchire l'alimentazione di elementi benefici è un'altra forma di prevenzione e di riduzione degli effetti della parodontite: in particolare, è consigliata una alimentazione ricca di zinco, vitamina C e coenzima Q10. In questo può favorire il consumo frequente di frutta e verdura e l'assunzione di integratori. Tali soluzioni possono essere adottate anche in concomitanza con una terapia farmacologica specifica per il disturbo, in modo tale da accentuarne l'effetto


Parodontite: Igiene orale

Alla base della lotta e della prevenzione della parodontite c'è, come visto, la corretta igiene orale. Questo non significa che, da sola, la corretta igiene orale possa preservare con totale sicurezza dalla parodontite, soprattutto se le sue cause sono da rilevarsi in una predisposizione genetica o nell'abitudine al fumo e al forte consumo di bevande alcoliche. Tuttavia, resta la migliore arma per contrastare l'insorgenza e per rallentare l'aggravarsi del disturbo. E' importante lavarsi i denti dopo ogni pasto o assunzione di cibo, usando uno spazzolino da sostituire non appena la sua forma inizia a diventare meno definita. Lo spazzolino non deve mai essere scambiato tra persone, per evitare la trasmissione di germi e batteri, e al suo utilizzo deve essere abbinato periodicamente il collutorio e il filo interdentale, per pulire i denti in profondità. Il collutorio è particolarmente importante in caso di parodontite già manifesta, poiché in grado di penetrare e ripulire anche le anse parodontali.



COMMENTI SULL' ARTICOLO